Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

Dopo 15 anni termina la partnership che legava Neymar alla Nike. Lo ha comunicato Josh Benedek, uno dei portavoce del brand di abbigliamento sportivo. Il contratto avrebbe avuto la scadenza nel 2022 ma è stata anticipata. Al momento però non sono chiari i motivi però si ipotizza che una causa, del termine prima del previsto della collaborazione, sia che non ci sia stata un Intesa sull’accordo economico tra O’Ney e l’azienda statunitense. Un’altra sarebbero le accuse di stupro nei confronti dell’ex Barcellona (anche se poi cadute) visto che Nike cerca di tenere sotto contratto atleti che possano essere simbolo della lotta al razzismo e del rispetto dell’uguaglianza tra sessi.

Il marchio americano, secondo il quotidiano spagnolo Marca, avrebbe offerto 40 milioni annui al calciatore che avrebbe, però, scelto di declinare la proposta. 

L’attuale stella del Paris Saint-Germain era diventato partner del brand a 13 anni e la sua carriera è sempre stata legata a questo marchio, infatti i suoi due trasferimenti, prima dal Santos al Barcellona e poi dai blaugrana al PSG, sono stati influenzati dalla stessa Nike.

Il ruolo di O’Ney per i parigini va oltre il terreno di gioco, infatti è stato molto importante nella campagna Jordan x PSG e non solo per il team di Al-Khelaïfi ma anche per lo swoosh. Les Rouge-et-Bleu fecero diventare Neymar il giocatore più pagato al mondo, pagando ai catalani 222 milioni per il suo cartellino e lui oltre ad aver reso sul campo, ha anche portato un certo appeal all’esterno. Inoltre la rivista Forbes, lo classifica come la settima celebrità più pagata al mondo, stima i suoi guadagni per questa annata, sponsorizzazioni incluse, a 95,5 milioni di dollari.

Nonostante il brasiliano abbia divorziato con ‘il baffo’, rimane intatta la partnership con les Parisiens con cui ha un accordo di 70 milioni di euro a stagione.

Il fenomeno Pentacampeões ha lasciato il brand statunitense, sembrerebbe, per avviare una nuova partnership con la Puma. Già un altro volto del football aveva lasciato la marca a stelle e strisce per unirsi a quella tedesca: Cesc Fabregas. Inoltre altri campioni sono partner del brand fondato da Rudolf Dassler nel 1948, ecco i più importanti: Diego Armando Maradona, Marco Reus, Luis Suarez, Sergio Agüero e Jan Oblak. Al momento non sono chiare le cifre offerte a Neymar, ma si pensa che siano, certamente, più alte di quelle proposte dall’ex collaborazione. 

La Puma ha le idee ben definite, ovvero rappresentare sportivi giovani e che rappresentino la nuova generazione. Infatti ultimamente sono state firmate nuove collaborazioni con Romelu Lukaku, Lewis Hamilton e a breve ci sarà quella di Raheem Sterling. 

Negli ultimi due anni il colosso tedesco ha avuto una crescita esponenziale riuscendo a collaborare con tutti i membri del City Football Group, per una cifra che si aggira intorno ai 700 milioni. 

 

Avendo lasciato O’Ney, la Nike ha fatto capire di aver cambiato strategia sul mercato. Il brand, infatti, invece di concentrarsi su giocatori copertina, si è focalizzato su città chiave, mantenendo la partnership con Inter, Barça, PSG, Chelsea, Tottenham, Galatasaray, Liverpool, Roma, Atletico Madrid, Wolfsburg, Zenit San Pietroburgo, Spartak Mosca, Eintracht Francoforte, Club America, Hertha Berlino e Guangzhou Evergrande. In questo modo, la multinazionale americana potrà agire nei mercati più importanti: Milano, Parigi, Londra, Barcellona, New York, Shanghai, Pechino, Los Angeles, Tokyo, Città del Messico e Seul. 

Nella scuderia del colosso a stelle e strisce rimangono comunque sportivi di fama mondiale: Cristiano Ronaldo, LeBron James, Rafa Nadal o Tiger Woods.

Il cambio di brand porterà, probabilmente, più guadagni a livello economico alla stella brasiliana ma la nuova strategia di marketing della Nike avrà gli effetti sperati?

 

Alfonso Oliva

 

Leggi anche

1 – Il mondo non si ferma ad Aurelio De Laurentiis

2 – The man of the Day: Kylian Mbappè

3 – Napoli…al femminile: due errori condannano le azzurre

4 – Copa Libertadores, la Copa del Fútbol

5 –The Best Moments of The Weekend

6 – I pronostici di Paroladeltifoso bet

7 – I calciatori mancati dal Napoli

8 – Calcio e cinema, binomio dello spettacolo

9 – ULTRAS HABITS: STONE ISLAND, IL CULTO

10 – Sulle note di Atalanta-Napoli

11 – I 5 pensieri post Napoli-Juventus

12 – Il meglio dei social di Napoli-Juventus

13 – Moment Wags – Ecco la sorella di Icardi

14- Napoli e non solo, tutti vogliono Italiano: ecco come potrebbe liberarsi dallo Spezia

15 – La costruzione dal basso, idea vera o moda?

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search