Quanto guadagnano i calciatori andando in Nazionale?

Quanto guadagnano i calciatori andando in Nazionale?

Ogni bambino, che sogna di diventare calciatore, desidera soprattutto giocare per la propria Nazionale. Rappresentare la squadra del proprio paese per un giocatore non è solo un onore ed un motivo d’orgoglio, ma gli permette di ricevere anche un guadagno economico. Paga, che per Europei, Mondiali ed altre competizioni internazionali, viene conferita in premi dalla FIFA ed in gettoni di presenza, questi validi anche per le amichevoli ed uguali per tutti, elargiti dalla Federazione di appartenenza.

Prendiamo d’esempio la Coppa Del Mondo di Russia 2018. Per questo evento la federazione internazionale che governa il calcio ha messo a disposizione in totale 345 milioni di euro, da dividere tra i teams che hanno avuto accesso alla fase finale: 32,7 milioni alla vincitrice del torneo, 24,1 milioni per la seconda classificata, 20,7 milioni per quella posizionata sul gradino più basso del podio e 19 milioni per la quarta.

Per di più, chi è uscito ai gironi ha potuto beneficiare di 8,2 milioni di euro ed ogni Nazionale ha ricevuto 1,3 milioni di euro in più per i costi sostenuti per la preparazione al torneo. Dei compensi ricevuti, ogni squadra poi può scegliere autonomamente come distribuirli ai vari calciatori.

Foto: Instagram Equipedefrance

TUTTO IL GUADAGNO FINISCE NELLE CASSE DEI CALCIATORI?

Spesso i giocatori, il guadagno derivato dalla Nazionale non lo tengono tutto per se, ma ne devolvono una parte in beneficenza.

Succede con l’Italia, per esempio, dato che i convocati del ct Roberto Mancini hanno aderito all’iniziativa del loro sindacato, cioè di devolvere il dieci per cento di quanto percepito al fondo di solidarietà, che può servire da finanziamento per i calciatori che non prendendo lo stipendio per un certo periodo di tempo, a causa dell’inadempienza da parte del club di appartenenza.

MA A VOLTE È PROPRIO LA FEDERAZIONE CHE NON ADEMPIE AI PROPRI IMPEGNI…

Nel 2015, infatti, i calciatori del San Marino hanno deciso di scioperare poiché si sentivano sfruttati dalla Federazione, in quanto gli concedeva solamente 60 euro di gettone di presenza ad ogni giocatore, su cui quest’ultimo doveva pagarci le tasse, e non era quindi sufficiente.

Tramite il Presidente dell’associazione sammarinese calciatori, Andy Selva, hanno fatto sentire la loro voce poiché anche se dilettanti, per loro il calcio non era solamente un hobby. Inoltre, insinuavano che nelle casse della federazione titana entrassero milioni di euro di contributi e, quindi, anche per questo pretendevano di essere ascoltati.

Presa di posizione ritenuta poi inopportuna sia dal Presidente della Fsgc, Giorgio Crescentini, che dal Segretario di Stato allo Sport, Teodoro Lonfernini. C’è stato quindi un chiarimento tra le parti e la squadra ha prima interrotto lo sciopero e si è poi presentata regolarmente sul campo di Lubiana, per la sfida contro la Slovenia.

Foto: Instagram fsgc_official

IN FINLANDIA IL GETTONE DI PRENSENZA METTE D’ACCORDO TUTTI

Come è noto, non esiste la parità salariale nel calcio poiché in quello maschile il guadagno è maggiore rispetto a quello femminile. Anche se parzialmente, la Federazione calcistica finlandese ha cambiato questa situazione, imponendo lo stesso ammontare del gettone di presenza, per i match con il team di rappresentanza del Paese, ad entrambi i sessi. Gli Huuhkajat sono riusciti, così, a mettere allo stesso livello, per la prima volta, sia la nazionale maschile che femminile. Il Presidente delle federcalcio, Ari Lahti, ha motivato la scelta, dicendo che in questo modo si sarebbe creata una società più giusta ed equa.

Foto: Instagram Huuhkajat

LO STIPENDIO DEL COMMISSARIO TECNICO È COME QUELLO DEI CALCIATORI?

A differenza del compenso dei giocatori, che può variare a seconda dei premi FIFA, il commissario tecnico ne ha uno fisso e viene versato dalla Federazione di appartenenza.
Roberto Mancini, ct dell’Italia che fa riferimento alla FIGC, ha da poco rinnovato il suo contatto fino al 2026 e sembra che la sua retribuzione sia passata dai 2 milioni di euro, percepiti dal 2018 fino al momento del prolungamento, a 3 milioni.

Foto: Instagram mrmancini10

Alfonso Oliva

LEGGI ANCHE:

1 – Calcio e sostenibilità, un binomio che si diffonde sempre di più

2 – Napoli al… femminile: un sogno che si realizza

1 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search