Napoli al…femminile: la partita delle polemiche

Napoli al…femminile: la partita delle polemiche

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con “Napoli al…femminile“!

Archiviati i discorsi per Coppa Italia prima –che abbiamo trattato nell’ultimo appuntamento– e nazionale poi, è tornata la Serie A con la 7a giornata.

Per quanto riguarda l’Italia sono state disputate due partite contro la Croazia al ‘Teofilo Patini’ di Castel Di Sangro e con la Lituania al ‘LFF Stadium’ di Vilnius. La prima sfida è stata vinta 3-0 (2′ Cernoia, 9′ (R) Girelli, 63′ Pirone) e la seconda 5-0 (13‘ Cernoia, 23′ Pirone, 35′ Giacinti, 54′ Gama, 83’ Caruso) e tali risultati permettono alle azzurre di essere a punteggio pieno nel gruppo G, di cui fanno parte per la qualificazione ai Mondiali del 2023.

Invece, passando alle convocate del Napoli che erano Kaja Erzen con la Slovenia per le sfide contro Galles e Grecia in cui ha disputato 90′ in entrambe; Deppy Chatzinikolaou con la Grecia per i match al cospetto di Kazakistan e Slovenia ed è stata in campo nel primo 27′ minuti e nel secondo 73′ ed ha segnato anche un gol; Evi Popadinova per gli impegni della Bulgaria con Turchia e Portogallo ma non è scesa in campo a causa di un problema fisico a causa cui è uscita anzitempo dalla gara di Coppa Italia in casa del Chievo Verona; e Sofia Colombo chiamata dall’Italia U23 per gli incontri amichevoli contro Olanda e Spagna.

Foto profilo Instagram @ethnikiomada

LA SETTIMANA CHE PORTA AL MATCH

Come ribadito dal club sul proprio profilo Instagram, le ragazze hanno preparato la sfida del ‘Giuseppe Piccolo‘ di Cercola contro la Sampdoria con “Entusiasmo e voglia di far bene“. Elementi fondamentali per un gruppo che arriva da due sconfitte consecutive e si trova in una posizione sconveniente in classifica. Inoltre, si preparavano ad affrontare una formazione che sta sorprendendo in queste prime giornate di campionato, ma anch’essa ai nastri di partenza partita con l’obiettivo di raggiungere la salvezza.

Nella consueta intervista alla vigilia dell’incontro, mister Alessandro Pistoiesi si è così espresso: “La Sampdoria è una realtà nuova fino ad un certo punto perché sono una squadra, allenatore e giocatrici, con esperienza e quindi è una squadra tosta, costruita bene. Sarà la prima di una serie di scontri che dirà quale potrà essere la nostra situazione di classifica. Arriviamo bene a questa partita perché l’abbiamo preparata bene nonostante le assenze per le nazionali. Stiamo cercando di costruirci un vestito adatto alle nostre qualità e capacità e siamo convinti che fare un risultato importante è possibile.

È vero che abbiamo un organico completamente nuovo. Siamo partiti da un’idea e ci siamo resi conto che non era così giusta per le qualità di cui disponiamo e quindi ci siamo adattati ad un sistema di gioco diverso rispetto a quello che avevamo pensato. Le ragazze comunque hanno lavorato tantissimo per farci capire quale era la strada giusta da intraprendere, siamo a buon punto. La squadra comunque sta acquisendo una mentalità importante e certezze importanti. Adesso manca concretizzare con il risultato tutto il lavoro che stiamo facendo.

Poche ore prima della sfida, Eleonora Goldoni, il capitano, ha caricato la squadra con un post su Instagram: “Verso un grande: Napoli vs Sampdoria 🔥💪🏻“.

Foto profilo Instagram ufficiale Eleonora Goldoni

IL RICORDO DI D10S

Nel week-end in molti hanno ricordato Diego Armando Maradona in occasione di quello che sarebbe stato il suo 61o compleanno, il 30 ottobre, e lo ha fatto anche il Napoli, posizionando un enorme immagine del volto di D10S vicino al campo di gioco.

Video profilo Instagram ufficiale Gime Blanco

LA GARA

Pistolesi continua con il 3-5-2 e dispone l’undici in campo con Aguirre tra i pali; in difesa Garnier, Di Marino, Awona; Erzen (90′ Corrado), Porcarelli (62′ Acuti), Tui, Colombo, Abrahamsson (32′ Capitanelli) a comporre la linea a cinque di centrocampo; In attacco Goldoni a supporto di Jaimes. A disposizione: Chiavaro, Severini, Imprezzabile, Popadinova, Kuenrath, Toniolo.

Il calcio d’inizio è delle Tartarughine che manovrano il primo pallone, in un primo tempo molto -come si rivelerà anche il resto della partita- molto fisico, in cui ha prevalso l’agonismo e non ci sono state molte occasioni da gol. La prima occasione è delle ospiti con l’ex di turno Ana Lucía Martínez, che al 16′ minuto lanciata in profondità supera Paola Di Marino e da posizione defilata tenta la conclusione, ma la sfera termina alta ed è esce fuori di molto. La numero 20 Doriana è stata poi costretta a lasciare il campo al 32′ minuto a causa di un infortunio, al suo posto Emelie Helmvall. Problemi anche tra le fila delle locali che si vedono costrette a sostituire Sejde Abrahamsson al 34′ minuto e a fare entrare al suo posto Ilaria Capitanelli. Dopo 4′ minuti di recupero termina la prima frazione di gioco praticamente prima di emozioni.

Il team all’ombra del Vesuvio si fa vedere dalle parti dell’estremo difensore avversario per la prima volta solo nella ripresa al 47′ minuto con Soledad Jaimes, che con una conclusione rasoterra di destro ad incrociare ci prova dal limite dall’area ma è debole e Amanda Tampieri blocca senza problema. Al 59′ ci prova ancora la formazione di casa con Kaja Erzen, che riceve un cross alto preciso da Capitanelli e prova giralo verso la porta avversaria ma neutralizza facilmente il portiere in maglia rossa.

Al 77′ minuto il primo episodio discusso, l’espulsione di Di Marino: dura scivolata con cui prende il pallone e -a giudizio dell’arbitro- soprattutto la numero 10 avversaria. Il Napoli, però, non demorde e continua ad attaccare alla ricerca di un vantaggio meritato e ci va molto vicino con Eleonora Goldoni all’84’ minuto, quando Erzen mette un cross dalla destra e la numero 16 devia di testa ma Tampieri blocca. Dopo tre minuti azione fotocopia per le partenopee con la numero 11 che mette una palla alta in area alla ricerca dell’inserimento del Capitano, l’unica differenza è che la sfera sta volta è più insidiosa e la numero 1 ligure la deve respingere in angolo.

All’89’ secondo cartellino rosso per il gruppo di Pistolesi, sta volta per Aurelle Awona, che secondo il direttore di gara avrebbe steso Cristina Carp diretta in porta con una presunta spinta. Ultimi 5′ minuti di recupero che il Napoli deve giocare in 9 contro 11 e cerca di difendere il risultato in ogni modo, ma al 98′ minuto arriva la beffa: respinta di Emily Garnier ad un tiro di Carp, ma la palla rimane lì e la stessa numero 55 batte Yolanda Aguirre.

Grandi proteste per le Tartarughine che poi si vedono espellere anche Jaimes. Con questo risultato le azzurre rimangono al 10o posto a 4 punti e la Sampdoria sale alla 6a posizione a 12.

Foto profilo Instagram ufficiale Napoli Femminile

IL POST MATCH

Dopo la grande rabbia mostrata al triplice fischio dell’arbitro, il Napoli ha rilasciato un comunicato in cui si è scusato per certi comportamenti ed ha reso note le dimissioni del direttore generale, Nicola Crisano: “Il Napoli Femminile ritiene di aver subito oggi una serie di decisioni arbitrali che hanno chiaramente penalizzato la squadra azzurra ed indirizzato l’esito della partita contro la Sampdoria. Tali decisioni seguono ad altri arbitraggi molto discutibili – in occasione delle partite con Milan e Juventus – che non sono piaciuti al club azzurro ma che, più in generale, non rendono giustizia allo sforzo ed ai sacrifici che il Napoli Femminile sta compiendo all’interno del movimento del calcio femminile.

Nonostante ciò, il Napoli Femminile non giustifica e prende nettamente le distanze da quanto accaduto oggi al termine della partita sul terreno di gioco dello stadio “Piccolo”. Lo stile del club è ben lontano da certi comportamenti che sono stati assunti nell’immediato post gara.In serata, il Napoli Femminile ha ricevuto le dimissioni del direttore generale Nicola Crisano, al quale vanno i più sentiti ringraziamenti per l’opera profusa a partire dalla passata stagione quando, subentrando a campionato in corso, è stato tra gli artefici della permanenza in Serie A. La società rende noto che i poteri e le funzioni del direttore generale saranno svolti ad interim dal Consiglio di Amministrazione”.

L’ormai ex DG si è poi espresso a riguardo con una storia Instagram in cui ha ringraziato tutti coloro con ha lavorato ed ha rivelato le motivazioni della sua scelta: “GRAZIE DI CUORE A TUTTI È STATO BELLISSIMO VIVERE QUESTA AVVENTURA MA È GIUSTO COSÌ HO DATO TANTISSIMO A QUESTO CLUB CON GRANDE PROFESSIONALITÀ SERIETÀ E GRANDISSIMO LAVORO DI PIÙ NON POTEVO, HO LAVORATO 15 ORE AL GIORNO PER IL NAPOLI FEMMINILE PERCHÉ CREDO SEMPRE IN QUELLO CHE FACCIO, NEL CALCIO SI DICE SEMPRE MAI DIMETTERSI IO INVECE L’HO FATTO PERCHE HO LAVORATO PER I MIEI AMICI E DATO CHE SONO UN UOMO VERO E NON HO MAI FATTO CHIACCHIERE E CONFUSIONE E GIUSTO COSÌ, SARÒ SEMPRE IL PRIMO TIFOSO DEL NAPOLI HO AVUTO LA FORTUNA DI CONOSCERE GENTE FANTASTICA CHE CON TUTTI QUESTI MESSAGGI MI STANNO FACENDO CAPIRE IL LORO AFFETTO GRAZIE E GRAZIE AL PRESIDENTE CARLINO PER TUTTO E ATTRAVERSO LUI HO CONOSCIUTO PROFESSIONISTI IMPORTANTI COME FRANCESCO TRIPODI PERSONA STRAORDINARIA FRANCESCO SCAMARDELLA UNA GRANDE PERSONA ALESSANDRO MAIELLO PERSONA ECCELLENTE ALESSANDRO CANGUZZA AMICO VERO SENZA DIMENTICARE IL VICE PRESIDENTE E AMICO LUIGI RAPULLINO L’AMICO NICOLA TARANTO UN CARO AMICO PAOLO FONTANAROSA, UN SINCERO E GRAZIE ALLO STAFF TUTTO CAPITANATO DA MISTER PISTOLESI UNA PERSONA STRAORDINARIA E UN GRANDE ALLENATORE RIMARRÀ SEMPRE NEL MIO CUORE NON DA MENO TUTTO LO STAFF (STRAORDINARI) DA ME SCELTO CON IL MISTER, UN ABBRACCIO FORTE A TUTTO IL MIO STAFF DI LAVORO DAL DOTTORE IOVINO ALLA DOTTORESSA DI SORA ALL’AVV. VIGLIOTTI MIO UOMO DI FIDUCIA, A DUE GRANDI PROFESSIONISTI VINCENZO MAZZA E GENNARO DE NOVELLIS IL CARO DOTTORE GIULIO MACLIULO, ROSSANA CALOORE LAVORO STRAORDINARIO, Al MAGAZZINIERI CIRO E ROSARIO, UN ABBRACCIO FORTE ALL AMICO GIANLUCA MONTI CHE INSIEME SI È FATTO CALCIO VERO, SCUSATE SE DIMENTICO QUALCUNO MA SCRIVO QUESTE POCHE O TANTE RIGHE CON UN GROSSO DOLORE, E ADESSO CONSENTITEMI DI ABBRACCIARE LE MIE RAGAZZE LE MIE CALCIATRICI LE MIE TUTTO ……..GRAZIE DI CUORE IL VOSTRO DIRETTORE NON VI DIMENTICHERÀ MAI E SPERO CHE QUESTE MIE DIMISSIONI SERVANO A FAR CAPIRE CHE C’È GENTE CHE FA GRANDI SACRIFICI E NON E GIUSTO VEDERE QUESTE COSE FANNO MALE AL CALCIO E IO NON CI STO E SE ANCHE IO HO PERSO LA TESTA SI È ARRIVATO AL COLMO MAI SUCCESSO NELLA MIA CARRIERA SPORTIVA FORZA NAPOLI FEMMINILE SARÒ SEMPRE IL PRIMO TIFOSO E SONO SICURO CHE CE LA FAREMO LO SPERO CON TUTTO IL CUORE UNO DI VOI………..IL DIRETTORE NICOLA CRISANO”.

Foto profilo ufficiale Instagram Nicola Crisano

Non solo i tifosi, ma riguardo l’arbitraggio anche Eleonora Goldoni, Sara Tui e Yolanda Aguirre hanno commentato l’arbitro e quest’ultima ha anche ringraziarto i tifosi per il grande supporto.

Foto profilo ufficiale Instagram Yolanda Aguirre
Video estrapolato dalle storie Instagram di Yolanda Aguirre e Sara Tui
Foto profilo Instagram ufficiale Eleonora Goldoni

Inoltre, coach Pistolesi, furioso nell’intervista post gara, l’ha commentata con queste parole: “Tre indizi fanno una prova. Qui gli indizi sono veramente tanti. Tanto nervosismo a fine partita per il gol? Non solo, tanto è un punto e non sarà su di loro che dovremmo fare la corsa salvezza. Dispiace per le ragazze, per la partita che hanno disputato e dispiace perché anche questa sconfitta con tanti episodi a danno nostro. Sono troppi. Quello che dà più fastidio è l’arroganza con cui la terna arbitrale si rivolge solo alla nostra panchina e sembra quasi che voglianl farci perdere la pazienza. Io sono molto paziente, ma alla fine l’ho persa: è difficile mantenere la calma così. Qui non c’è niente di un calcio pulito e che diverta. E non c’è niente non perché noi non ce lo mettiamo, perché ci viene sporcato. Andate a vedere le ultime partite: è successo con il Milan, con la Juventus, oggi. Io non mi lamento mai degli arbitri, ma oggi è inevitabile”.

Foto profilo Instagram ufficiale Napoli Femminile

Sul complicato momento del team partenopeo è intervenuto il responsabile della comunicazione del club, Gianluca Monti: “Non è un momento semplice per il napolifemminile – ma non é certamente il primo periodo delicato da quando la squadra é tornata in A. Non é affatto facile un campionato con tante formazioni “professionistiche” – cioé espressione dei club maschili -ma gia nella passata stagione la “resilienza” ha portato poi le azzurre alla salvezza. Quando il gioco si fa duro non bisogna perdere il sorriso per provare ad alleggerire il clima e a restituire fiducia al gruppo. Le lacrime che ho visto negli occhi di una calciatrice ieri sono probabilmente il miglior punto di ripartenza…”.

Foto profilo Instagram ufficiale Gianluca Monti

FORZA AZZURRE!

GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH

Foto Copertina: profilo Instagram ufficiale Napoli Femminile

Alfonso Oliva

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search