“La Riflessione del tifoso” Napoli – Lazio: vittoria convincente, spettacolo e conferme

Il Napoli di Ancelotti si conferma seconda forza del campionato avendo la meglio su una buona Lazio, nonostante una formazione zeppa di riserve a causa di infortuni vari e squalifiche dei suoi elementi migliori, quei calciatori che formano l’ ossatura della Squadra titolare. L’ incognita maggiore era rappresentata da un inedito centrocampo che che vedeva impiegati come interni Fabian Ruiz e Diawara, non proprio il meglio, visto che non hanno caratteristiche da incontristi. Gli azzurri hanno incantato, soprattutto nel primo tempo, proprio con lo spagnolo Ruiz che dettava i tempi, facendo con maestria l’ elastico a centrocampo consentendo ripartenze che facevano veramente male alla squadra di Simone Inzaghi. Signori, siamo di fronte ad un grandissimo centrocampista moderno, un calciatore che dominerà il panorama del calcio mondiale. Un’altra lieta nota che nonostante lo scetticismo iniziale si sta imponendo nello scacchiere tattico di Ancelotti è Malcuit, che ormai definire riserva è pura utopia in quanto ha scalato posizioni scalzando ormai nel ruolo di terzino destro il sarriano albanese. Con la brillante prestazione fornita si conferma altra scommessa vinta dal duo Giuntoli/De Laurentiis. Salgono sempre di piu’ le quotazioni di Milik, giunto ormai ad 11 reti e confermandosi il miglior marcatore della squadra e che va sistematicamente in rete da otto gare consecutive e che le sue punizioni dal vertice destro dell area di rigore avversaria, sono come sentenze di cassazione, il presidente dalla tribuna gongola di fronte a tanto oro colato e pregusta per i suoi gioielli offerte indecenti. Dispiace per qualche critica a Diawara che per impegno e dedizione merita la sufficienza, c’è da dire che il giovane guineiano da il meglio di sé in posizione centrale sorretto da due interni in un centrocampo a cinque come giocava nel Bologna quando si è imposto alla attenzione dei grandi club. Unico appunto da muovere alla squadra è l’appagamento che sul doppio vantaggio ha visto il Napoli lasciare l’ iniziativa alla Lazio anziché andare a cercare la terza rete che avrebbe chiuso la gara. Su questo dovrà lavorare il tecnico, perché come dice qualcuno, l’avversario quando è in difficoltà va ammazzato senza pietà. Questo è il cinismo che hanno le grandi squadre.

Patrizio Cotrufo

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search