Spalletti: ”La decisione su Osimhen! Sul turnover..”

Spalletti: ”La decisione su Osimhen! Sul turnover..”

Alla vigilia di Cremonese-Napoli, mister Spalletti parla così in conferenza stampa.

Su Osimhen: “Sono valutazioni che si fanno dopo esami clinici ed analisi della condizione. Non possiamo rischiare niente, perchè già l’ultima volta abbiamo fatto a meno di un giocatore per un periodo di campionato determinante. Noi lo vogliamo a disposizione nelle condizioni migliori, quindi abbiamo deciso di dargli ancora un turno per migliorare. Non è ancora in condizione e per portarlo domani a Cremona c’era bisogno di un allenamento differente”.

Sul post Ajax: “Stiamo mantenendo le promesse di inizio anno, avendo calciatori che danno l’anima per trasformare in campo cid che ci diciamo fuori per fare piacere ai nostr tifosi E’ come se la felicità fosse quella del bambino napoletano e noi dobbiamo fare di tutto per renderla il più vero possibile, mantenendola il più a lungo possibile”.

Un’insidia affrontare ora la Cremonese?

“Non c’è euforia nello spogliatoio, ovvero una tendenza ad essere eccitati eccessivamente, ma solo la consapevolezza di fare cose importanti, tutti stanno dando l’anima e si stanno impegnando al massimo per avere un comportamento corretto. lo non vedo neanche eccessiva euforia da parte dei napoletani in città, è chiaro che poi stiamo facendo cose importanti ma tutti sanno che è un gioco dove bisogna mantenere lucidità e continuità, il campionato è lungo. L’ambiente è maturo, si fanno cose importanti, in maniera programmata”.

Il Napoli esprime il miglior calcio tra le squadre che ha allenato?

“Stiamo facendo un buon calcio, poi in campo c’è chi trova la soluzione da solo e si pensa che il gioco sia determinato dalla giocata di un giocatore solo, di un cross, di una giocata, poi c’è quello meno visibile, il muoversi in maniera corretta, sacrificarsi per il compagno, essere collettivo, noi lavoriamo per questo, voi lavorate per altro.. volete quello invincibile che salva tutti ma la squadra a volte fa tanti gol addizionando i comportamenti collettivi”.

Su Cremonese-Napoli:

“Troveremo un ambiente bellissimo, Cremona vive il calcio in maniera corretta. Conosco persone che mi raccontano che stanno vivendo questa Serie A in maniera positiva. Conosco chi li ha allenati che è Pecchi e ciò che gli ha dato. Conosco bene Max Alvini che è un mio grandissimo amico, quando allenava i dilettanti aveva la tribuna piena per vederlo. Allenatori che fanno il calcio amatoriale possono allenare e fare bene ovunque. Non facciamo ingannare dalla faccia, è uno bravissimo e furbissimo. Domani lo saluterò e lo abbraccerò forte, perché se lo merita. Sono io quello fortunato ad allenare nella sua stessa categoria”.

Su Kvaratskhelia e Zielinski:

“Non so parlare di turnover. Zielinski ha ripreso ed è a disposizione, Kvara si è allenato ed ha fatto bene. In determinate situazioni abbiamo dovuto alternare tre calciatori. Osimhen ha fatto lavoro aggiuntivo”.

Sui possibili cambi:

“Nel calcio moderno non esiste la parola da turnover o da non turnover. C’è bisogno di una rotazione continua perché è corretto così. Questo riguarderà un numero di calciatori in ogni partita. Dopo viaggi e partite è normale che qualcuno ne abbia di meno, per questo bisogna cambiarne 2-3 ogni volta. Ma chi entra non è una riserva, non esistono per me”.

Foto: Twitter Napoli

Thomas Petolicchio

LEGGI ANCHE

È finita un’era, Mertens lascia il Napoli

Crowdfunding: il finanziamento che mette al centro i tifosi

La miniera d’oro degli americani: la Seria A

Europei Femminili, la vittoria dell’Inghilterra e il disastro dell’Italia

Kepa è il portiere giusto per il Napoli?

Stadio di proprietà: è un bene per i tifosi?

Top e Flop Napoli-Lecce: male Ndombele, solido Ostigard

Meret sarà il portiere del futuro: siamo sicuri?

La grande ingiustizia: il calcio femminile è ancora troppo lontano da quello maschile

Napoli al…femminile: la salvezza non è stata raggiunta, la retrocessione è realtà

Caro Simeone, era destino

Top e Flop Napoli-Liverpool: Anguissa sontuoso, Kvaratskhelia fenomeno

Eriksen è tornato in campo

Tanto pane per i denti delle ‘vedovelle’: Milik brilla con il Marsiglia e Osimhen non fa gol

Mondiale 2022: parola d’ordine sfruttamento della forza lavoro

Puma, lanciate le maglie senza logo: meglio così?

Perché l’Olanda continua a fallire?

Bayern Monaco-Sambenedettese: il gemellaggio che non vi sareste mai aspettati

Instagram

Start typing and press Enter to search