Spalletti: ”La preparazione sara diversa rispetto agli alti anni”

Luciano Spalletti inizia la prima conferenza della stagione parlando subito dei possibili giocatori in partenza e dei nuovi arrivi.

Le prime impressioni su i nuovi arrivati? Cosa ci dice su Koulibaly?

“Kvaratskhelia e Olivera sono stimolatissimi. Sono arrivati il giorno giusto per fare le visite e partire per questo ritiro. Sappiamo che Olivera ha avuto problemi fisici e l’abbiamo frenato per non metterlo a rischio. Khvicha è quello che pensiamo: dai test è risultato che ha bisogno di un po’ di allenamento ma sappiamo qual è la sua qualità e siamo a conoscenza del loro valore. Sono due calciatori giovani ma hanno le qualità per stare nella nostra squadra. Metterei insieme tutte le situazioni di mercato (Koulibaly, Mertens, Fabian). Credo che se saranno sereni e motivati, il Napoli possa fare partire importanti come nello scorso campionato. Saremo in condizione di offrire un grandissimo campionato. È chiaro che la società sta facendo proposte contrattuali importanti e, quindi, la nostra volontà è avere i giocatori a nostra disposizione. Non ce la faccio ad essere spietato come i miei colleghi quando si parla di società. Si cercherà di bilanciare le cifre”.

Quali sono gli obiettivi per il prossimo campionato?

“Noi l’asticella l’alziamo da soli. Cerchiamo sempre di fare meglio. La classifica dello scorso anno non la riporteremo in questo campionato. Si parte da zero. Ora le squadre sono 8, non più 7. Non è scontato entrare in Champions. Andranno fatte delle valutazioni in conseguenza a ciò che succederà e si faranno dei ragionamenti. I nostri obiettivi rimangono quelli di una squadra che vuole giocare con le più forti. Dobbiamo ritrovare il passo per ricrearci quegli spazi dello scorso anno”.

Su Meret:

“Per me pesa un errore commesso da tanti altri portieri. È giovane ed è affidabilissimo. Da tanto è nel giro della Nazionale. Chi ha detto che non è buono con i piedi? Sta facendo allenamenti per migliorare e per dimostrare di essere al livello degli altri. Per giocare tutte queste partite c’è bisogno di due portieri di livello. Non esiste più una squadra con un solo portiere”.

Cosa può dare la Champions League al Napoli in termine di motivazioni e di stress?

“La Champions è come l’onda perfetta per il surfista. È quell’occasione importante per misurarsi con i più forti e con te stesso. A questi livelli gli avversari sono il top e devi andar lì a far vedere chi sei. Noi l’anno scorso abbiamo lavorato molto per andare a risentire quella melodia lì e, soprattutto, il grandissimo urlo dei tifosi che si sente fino alle zone limitrofe di Napoli. Soltanto all’idea di pensare di giocarla, mi alzo con il sorriso tutte le mattine”.

Questa squadra può puntare allo scudetto?

“La squadra ha fatto cose eccezionali fin dall’inizio ed ha centrato l’obiettivo Champions. Ha fatto delle sconfitte che a livello di squadre poteva non subire ma ha fatto anche delle vittorie molto importanti. Bisogna avere la serenità di accettare quel risultato lì senza andare a creare una cappa che riguarda solo la non vittoria del campionato. L’anno scorso si parlava solo del Verona, ora siamo in Champions e si parla solo dello scudetto mancato. Bisogna essere obiettivi e cauti nelle valutazioni. Ci sono squadre che vogliono vincere il campionato e che si sono attrezzate. Si parte in maniera corretta per poi andare a valutare quella che sarà la nostra qualità. L’anno scorso i calciatori hanno fatto un grande lavoro ed un grande campionato. C’è un po’ di amarezza per le partite perse, ma è stato un gran campionato. Ringrazio tutti, anche Lorenzo che è andato via e ci ha aiutato ad arrivare in Champions.

Su Osimhen:

“Lui deve ancora imparare qualcosa da un punto di vista di movimenti. Lo abbiamo sfruttato poco sui colpi di testa, quest’anno lo faremo di più”.

Cristiano Giuntoli:

Koulibaly ha ricevuto offerte?

“Stasera volevo anche togliere un alone di negatività sul Napoli. Abbiamo fatto un grande campionato e raggiunto la Champions facendo a meno di molti calciatori a causa di infortuni. Siamo sicuri di riuscire a far bene anche la prossima stagione. Non è arrivata nessuna offerta per Koulibaly ma non nego che, essendo un giocatore in scadenza che per noi e per tutti ha fatto tanto, stiamo parlando tutti i giorni con lui. Il presidente gli ha offerto 6 milioni per 5 anni netti. È un ragazzo che merita questa proposta. Siamo passati da stipendi alti ad una sostenibilità per un progetto a lunga scadenza. È come se valesse doppio rispetto a quanto valeva prima. Per quanto riguarda Fabian: stiamo parlando con la sua agenzia, non sono arrivate offerte e noi non ne abbiamo fatte ma stiamo parlando perché vogliamo tenerlo con noi. Lui si sta guardando intorno, decideremo se presenterà un’offerta se rinnovarlo o venderlo. Su Mertens non riguarda me, ha un rapporto straordinario con il presidente. Quest’ultimo gli ha fatto una proposta importante: 2.5 netti che non sono stati accettati”.

Dybala può diventare una possibilità concreta?

“Non abbiamo mai parlato di Dybala, è fuori portata. Non ci abbiamoai pensato”.

Su Meret ed il suo rinnovo:

“Il ragazzo rimarrà con noi. Abbiamo trovato un accordo e stiamo formalizzando”.

Cosa ha risposto Koulibaly alla proposta di ADL? Cosa farete con Fabian se rifiuterà il rinnovo?

“Anche io voglio ringraziare tutti i giocatori che ci hanno lasciato in scadenza per la loro professionalità. Con Fabian siamo molto sereni, con i sé e con i ma non si va da nessuna parte. Koulibaly ha detto che deve pensarci, si è preso un po’ di tempo”.

Sul mercato in uscita:

“Tutti i calciatori sono confermati. Se uno vorrà andare via dovrà presentarci offerte in tempo, perché il campionato finisce prima”.

Osimhen ha ricevuti offerte? Ci può fare un po’ di chiarezza su Mertens?

“Su Mertens non ti so rispondere, se ne sta occupando il presidente. Su Osimhen non ho ricevuto offerte, ha 3 anni di contratto e sanno che l’offerta deve essere molto importante. Abbiamo avuto interessamenti telefonici”.

Su Ospina:

“Non mi ha deluso. I calciatori possono scegliere il proprio futuro e lui ha scelto così. Avrà le sue motivazioni che io accetto e torno a ringraziarlo per il suo lavoro”.

Ha parlato con Koulibaly?

“Gli abbiamo già preparato la fascia di capitano. Io parlo sempre con i miei calciatori”.

Come gestisce la squadra con tutte queste voci di mercato?

“Tante voci ci sono se ci sono giocatori forti. Vogliamo essere una società con tante voci. Il calcio attuale è così. Può capitare anche che dopo 10 gironi un calciatore non c’è più ma bisogna sempre allenarsi al massimo”.

Anche il Ds, Cristiano Giuntoli, è intervenuto, condividendo gran parte di quanto detto dal tecnico toscano.

Sul rinnovo di Ospina:

“Volevamo che rimanesse. Abbiamo fatto una corte spietata ma lui ha scelto alto. Noi volevamo confermarlo”.

È vero che Koulibaly non accetterà la Juve?

“Non c’è bisogno di nessun rifiuto. Per noi è incedibile!”.

La società si è imposta un limite di cessione?

“Non c’è un limite, vorremmo confermarli tutti. Sicuramente c’è un tempo breve visto che il campionato inizia prima. Ma sicuramente il nostro obiettivo è di confermare tutti”.

Luciano Spalletti riprende la parola:

Come cambia la preparazione in un anno anomalo come questo?

“Su Politano: ha deciso lui, noi vogliamo riconfermarlo. Se si rimane a livelli di squadre top, sotto il livello della preparazione abbiamo bisogno di partire forte come sempre. Visto che c’è uno stop andrà fatta una preparazione mirata in queste partite iniziali. E qui siamo tranquilli perché abbiamo preparatori molto bravi”.

Cristiano Giuntoli:

Cosa ci dice su Politano?

“Il club vuole riconfermarlo, come con tutti. Se qualcuno non è contento deve portarci offerte giuste. Non abbiamo avuto offerte per quanto riguarda Politano”.

In un calcio dove si va molto spesso in scadenza esiste la possibilità di fare plusvalenze?

“In futuro sicuramente se si scelgono ragazzi giovani si ha più margine per poterlo rivendere”.

Luciano Spalletti:

Cosa ne pensa di Gaetano? Quale ruolo immagina per lui?

“Dialogo spesso con i calciatori. Mi chiedono espressamente,” Come hai intenzioni di utilizzarli?”. Ho parlato ieri con Gaetano. Mi ha raccontato di aver giocato come mediana, come mezz’ala, come trequartista. Io ho risposto” Perfetto, va bene così”. In conseguenza a quanto detto da Giuntoli, il mercato va monitorato. Gaetano é allenato da un bravissimo professionista, Fabio Pecchia. Il giovane ragiona in maniera corretta”.

Cristiano Giuntoli:

“In virtù delle molteplici scadenza dei top player, crede possa esistere ancora la possibilità di fare plusvalenze?”

Il futuro sicuramente anticipa questa direzione, c’è questa tendenza. Ma investire su un giovane che ha tanta fame può sempre creare un’opportunità futura. Anche perché i salari dei top player aumentano e il valore del loro cartellino diminuisce”.

Luciano Spalletti:

Cosa ne pensa di Ambrosino?

“Quando si è giovani, si necessita di un tempo fisiologicamente differente. Va vissuto con entusiasmo, dentro l’affetto dei tifosi, di chi ci vuole bene”.

Cristiano Giuntoli:

Come pensa di gestire la sosta a novembre per non perdere competitività?

“Insieme agli altri club stiamo pensando ad una preparazione che continui a renderci competitivi. Ci vuole il giusto riposo e la giusta intensità. L’aspetto mentale è importante se si vuole andare sempre a mille”.

Luciano Spalletti:

Cosa ne pe sa dell’affermazione di Aurelio De Laurentiis: Proveremo a riportare lo scudetto a Napoli?”Se non ci sono calciatori di livello è difficile. Ci voglio calciatori di livello. Diventa importante avere calciatori con uno storico, con un blasone, una personalità per confrontarsi con gli altri club”.Cristiano Giuntoli:”Un conto è dovere, un conto è volere. Tutti sogniamo ma ci sono altre squadre più attrezzate. Faremo di tutto per dare sempre il massimo. Il nostro obiettivo primario è la Champions League. Lo scudetto è un sogno che va cullato. Se non su punta in alto non si arriva da nessuna parte”.

Cristiano Giuntoli:

Sirigu é una possibilità?”Sì, è una possibilità fra le tante altre possibilità”.

Mario De Lucia

Start typing and press Enter to search