Spalletti: “Atalanta? Hanno fisicità, corsa e qualità. Lobotka? Al suo posto vorrei provare Gaetano”

Spalletti: “Atalanta? Hanno fisicità, corsa e qualità. Lobotka? Al suo posto vorrei provare Gaetano”

Fonte: Twitter Official SSC Napoli

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, ha presentato la sfida di domani contro l’Atalanta in conferenza stampa. Ecco le parole del mister:


I rischi di un match difficile come quello di domani.
“I rischi sono tanti, il nostro avversario si chiama Atalanta, che significa buoni calciatori che determinano un grande collettivo. Per cui ci vorrà la consapevolezza di essere una squadra forte, anche se da Anfield noi ne usciamo con la certezza di essere qualcosa. È la stessa cosa che diciamo sempre: ci vorranno qualità e forza fisica perché loro sono creati in maniera corretta e poi c’è Gasp che è un allenatore importante, un veterano di quelli terribili”.

Se c’è una squadra che eviterebbe agli ottavi di Champions.
“È un giochino sbagliato, perché poi devi sempre passare dalla convinzione di avere delle qualità da mettere dentro la partita e devi pensare che dipende dalla forza che tu hai e che tu proponi. Noi non vogliamo giocare partite più facili, noi vogliamo giocare partite difficili e avere la forza per affrontarle”.

Svantaggi della sosta per i Mondiali anche perché i Nazionali potrebbero aumentare.
“Io non vedo vantaggi e svantaggi, la dobbiamo passare tutti. Qualcuno ha calciatore in più. Ma non giocando partite di alto livello si può perdere la condizione di qualche calciatore invece al Mondiale rimarranno belli carichi anche se ci saranno fatiche superiori. Per cui dipende da tantissime cose, sul tipo di calciatori, andrebbero fatte valutazioni individuali”.

Buongiorno, che tipo di partita dovete fare domani per mettere in difficoltà l’Atalanta?
“Ma non c’è una cosa sola, bisognerà saper affrontare i minuti della partita in maniera corretta. Ci sarà da fare tutto, e noi abbiamo visto che la squadra sa giocare a viso aperto e comportarsi bene”.

Buongiorno mister, visto che parliamo di questo super attacco, sulla difesa che tipo di risposta ha avuto?
“La difesa è una componente fondamentale per creare una squadra forte. Ti da quel sostegno di fare un calcio offensivo. Di solito ai difensori si dà un supporto dagli attaccanti, però loro hanno dimostrato di essere bravi anche nell’uno contro uno. Kim da continuamente prova di forza, di qualità, d’impostazione di gioco. Quando lo vanno ad attaccare con velocità, lui sposta la palla con naturalezza. Siamo convinti di avere un reparto forte”.

Siamo stati abituati a vedere Atalanta una macchina da gol, quest’anno sesto attacco, cosa è cambiato?
“Nel calcio le cose cambiano. Il suo allenatore avrà trovato delle correzioni. L’Atalanta è una squadra pronta a fare l’autoscontro perché hanno centimetri, hanno corsa, hanno qualità. Da un certo punto di vista per noi è anche meglio. Quindi anche noi dovremmo essere bravi a migliorare”.

Salve, un commento sul centrocampo. Chi tra quelli in rosa può essere simile a Lobotka?
“Noi ne abbiamo diversi. Demme è quello più adatto, se l’ho usato poco è stato per l’infortunio. Per capacità di fare girare palla nello stretto, con queste continue serpentine è quello più adatto. Ndomeblè è un calciatore che gli mancava ritmo della partita, ma già nell’ultima ha fatto vedere cose importanti e lo vedo anche come play. Poi secondo me Gaetano può diventare un grandissimo calciatore anche in quella posizione, tutti dicono che deve stare avanti perché ha confidenza con il gol. Io lo vorrei vedere più dietro”.

Mister il Napoli non si è solo guadagnato rispetto, ma dal suo punto di vista per la squadra è un plus, una voglia di alzare l’ asticella ?
“Dopo la partita ho visto una squadra con l’amaro in bocca, nonostante il primo posto. Nessuno aveva voglia di festeggiare e questo significa che sentono di poter arrivare a grandi livelli”.

Mister in molti temono che giocando tanto, Lobotka e Di Lorenzo possono avere uno stop. E un commento su Rafa Benitez.
“Giocando tanto è normale che qualche partita si corre il rischio di non essere al 100%. In alcuni casi andando a cambiare qualcosa mantieni ugualmente una risposta importante, in altri casi vale la pena aspettare che sia visibile il momento. Meglio non azzardarla prima. Noi abbiamo una rosa completa, forte, e mi dispiace per quelle che sono le situazioni che stiamo vivendo per loro (Demme e Zanoli). In alcuni ruoli però è giusto fare anche così. Benitez è un grandissimo, una persona solare, è sempre un piacere parlare con lui. Quando si parla di lui tutti hanno un pensiero splendido. Una persona seria e perbene”.

Mister lei ha giocatori di qualità. Panucci ha detto che lei migliora i calciatori, chi gli ha dato maggiore soddisfazione?
“Quello a cui bisogna stare attenti è non peggiorarli. È una valutazione che non faccio chi mi ha dato più o meno. Bisogna pensare al collettivo”.

Buongiorno mister, domani il Napoli giocherà per la prima volta dopo una sconfitta, cosa le dirà?Quello che dobbiamo fare è analizzare cosa è accaduto. Io ho imparato a isolarmi dalle vittorie e non dalle sconfitte, per cui ancora ce l’ho un Pochettino addosso. Però se i giocatori come ho detto erano dispiaciuti è una cosa che va bene“.

Su Empoli e Udinese andrete sul tutto esaurito. Come si gestisce questa passione all’interno. Cosa devono fare Osimhen e Kvaratskhelia?Si gestisce da sola, perché a noi serve questo entusiasmo, perché ci seguono sempre anche in trasferta. Calciatori importanti che lei ha citato sanno benissimo che sono quelli che portano più felicità e son sicuro che troveranno sempre soluzioni per rendere felici i tifosi“.

Angelo La Marca

Leggi anche

1 – Il fitto calendario è un problema: le parole di Giampaolo

2 – Oggi la decisione del Giudice sportivo per la squalifica di Insigne

3 – Serie A, ecco l’arbitro di Lazio-Napoli

4 – Il Milan prova a rinforzare la rosa: ecco chi potrebbe arrivare in rossonero

5 – Bergonzi: “Una brutta parola può scappare durate un’azione, però Insigne…”

6 – La statistica: come Mourinho sta cambiando Kane e Son

7 – La FIGC non si costituisce sul caso di Torino: cosa succede adesso?

8 – QUALE SARÀ IL FUTURO DEL PAPU?

9 – BOXING DAY, LE PARTITE DI OGGI

10 – VIDEO – UNO SPECIALE PER D10S: DOVE E QUANDO VEDERLO

11 – NAPOLI – TRA CAMPIONATO E COPPE, NOVE PARTITE IN UN MESE?: IL POSSIBILE CALENDARIO

12 – ALMENDRA NON VENNE CEDUTO AL NAPOLI, BURDISSO SPIEGA IL PERCHÉ

13 – LA FAMIGLIA DE LAURENTIIS NON PUNTA SUL CALCIO FEMMINILE

14- ZIDANE: “HO TERMINATO L’ISOLAMENTO, DOMANI SARÒ IN PANCHINA!”

15 – PREMIER, IL TOTTENHAM VINCE E RAGGIUNGE IL 5′ POSTO

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

24 – INSTAGRAM PAROLA DEL TIFOSO

Start typing and press Enter to search