Spalletti a Dazn: ”Ecco come sta Kvara! Osimhen può fare di meglio!”

Spalletti a Dazn: ”Ecco come sta Kvara! Osimhen può fare di meglio!”

Al termine di Atalanta 1-2 Napoli, Spalletti interviene a Dazn.

Vittoria importantissima. “Era una partita difficile da giocare. Sono stati tre punti importantissimi, come tutti del resto. C’è da essere noi stessi, da andare in campo e da sbagliare meno passaggi come abbiamo fatto nel secondo tempo. L’Atalanta ha fatto una grande partita e la guardiamo spesso come il Liverpool e il Manchester City, perché ha caratteristiche ben visibili. Questo dà la dimensione di aver preso tre punti in un campo così. Ambienti come questo, con i cori che sono arrivati, possono creare difficoltà, ma la squadra è stata tranquilla e ha giocato il suo calcio”.

Un giudizio sulla prestazione di Osimhen. “Ha questa vampate di sostanza, forza e velocità, ma ogni tanto deve interpretare le azioni in cui gli arrivano certi palloni dai compagni. Forse era un po’ stanco, ma ha fatto quello che doveva fare. Quando hanno messo i quinti più alti, era da solo uomo contro uomo e può fare meglio di quanto ha fatto stasera”.

Un applauso alla linea difensiva. “Per fare un calcio offensivo, si rimane talvolta a metà campo due contro due e loro ci hanno cerato dei problemi. A campo aperto abbiamo fatto recuperi importanti, ma la squadra che vuole giocare a calcio deve accettarlo e deve sapere come comportarsi”

Come sta Kvaratskhelia? “Ha questo dolore dietro la schiena, quella botta che ha perso da Arnold, viene da li. Nei giorni successivi l’abbiamo gestito, è andato tutto abbastanza bene, pensavamo migliorasse, invece ieri è venuto che non riusciva proprio per niente. Anche se per voi è quello che ci porta in giro per il mondo, noi ne abbiamo altri di cui ci si può fidare. Elmas ha fatto qualità e quantità in maniera eccezionale. E quindi abbiamo preferito lasciarlo a casa per non fargli fare una sobbarcata di tensione, il viaggio, poi chiedigli come sta il giorno della partita e poi cosa pensano gli altri giocatori? Non si va da nessuna parte se non abbiamo 20-22 calciatori, per cui il ragionamento va fatto in maniera corretta, il gruppo lo recepisce in base a come lo gestisci, con correttezza”.

Foto: Twitter Napoli

Thomas Petolicchio

Leggi anche

1 – Il fitto calendario è un problema: le parole di Giampaolo

2 – Oggi la decisione del Giudice sportivo per la squalifica di Insigne

3 – Serie A, ecco l’arbitro di Lazio-Napoli

4 – Il Milan prova a rinforzare la rosa: ecco chi potrebbe arrivare in rossonero

5 – Bergonzi: “Una brutta parola può scappare durate un’azione, però Insigne…”

6 – La statistica: come Mourinho sta cambiando Kane e Son

7 – La FIGC non si costituisce sul caso di Torino: cosa succede adesso?

8 – QUALE SARÀ IL FUTURO DEL PAPU?

9 – BOXING DAY, LE PARTITE DI OGGI

10 – VIDEO – UNO SPECIALE PER D10S: DOVE E QUANDO VEDERLO

11 – NAPOLI – TRA CAMPIONATO E COPPE, NOVE PARTITE IN UN MESE?: IL POSSIBILE CALENDARIO

12 – ALMENDRA NON VENNE CEDUTO AL NAPOLI, BURDISSO SPIEGA IL PERCHÉ

13 – LA FAMIGLIA DE LAURENTIIS NON PUNTA SUL CALCIO FEMMINILE

14- ZIDANE: “HO TERMINATO L’ISOLAMENTO, DOMANI SARÒ IN PANCHINA!”

15 – PREMIER, IL TOTTENHAM VINCE E RAGGIUNGE IL 5′ POSTO

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

24 – INSTAGRAM PAROLA DEL TIFOSO

Start typing and press Enter to search