Rifondare il sistema calcio italiano per non essere sempre un passo indietro

Rifondare il sistema calcio italiano per non essere sempre un passo indietro

Che il calcio italiano non stia vivendo un bel momento, è cosa nota. Le difficoltà espresse in campionato dalle squadre tutte, nessuna esclusa, dalle più competitive e brillanti a quelle meno, e l’eliminazioni di Lazio e Napoli dalle coppe rappresentano la reale fotografia in cui verte il nostro calcio.

In campionato i risultati sempre più altalenanti, la continuità di risultati positivi sempre più rara e in campo regna sempre più confusione, scarsa lucidità. Squadre come Milan, Inter, Napoli, Atalanta, Juve le si sono viste arrancarsi, sempre più in difficoltà e cadere con le piccole. In campionato le squadre sempre più povere di idee, grinta, consapevolezza. La luce si è persa, regna il buio. Il campionato sta dimostrando grandi limiti e lacune.

Evidenti l’arretratezza strategica, la mancanza di pianificazione e di progetti chiari e poca cura dei vivai. Il fuoriclasse straniero non basta più e tutto questo si avverte chiaramente nelle competizioni europee dove le nostre squadre sono sempre più allo sbando, le prime a cadere o uscire dalle competizioni. Nessuna società sembra avere una valida pianificazione, costruzione e consolidazione di un ciclo sportivo.

Poco redditizie le strategie di mercato, non progetti tecnici chiari e a medio-lungo termine, rose di giocatori altalenanti, i cui contributi, quindi, poco produttivi se non addirittura deludenti. Le società sembrano aver affidato il successo al caso, alla fortuna, alla partita della vita. Le scusanti della pandemia che non ha aiutato a pianificare costruire e ha limitato le risorse economiche non giustificano più tale andamento.

A mancare qui sembrano proprio le idee, non c’è più consapevolezza dei passi da compiere, non si brilla più per scelte, schemi di gioco. Occorre quindi una vera e reale rifondazione del nostro sistema calcio se vogliamo riprenderci. Adeguarsi ai cambiamenti, a nuove strategie, a nuove regole e alla costruzione mentale, fisica e tecnico-tattica dei giocatori. Contare sul miracolo del singolo giocatore, sulla botta di fortuna o sulla partita negativa dell’avversario non è più possibile e neppure auspicabile, serve molto di più.

Il livello di caduta in cui verte il nostro calcio è a dir poco scandaloso. Sperare in giocatori come Dzeko, Ibrahimovic, Osimhen, Vlahovic come i soli risolutori della partita mette sempre più il nostro calcio in imbarazzo sulla scena europea e le nostre figuracce, in tali competizioni, sempre più grandi e clamorose. Stanchi a rincorrere, ad essere un passo indietro agli altri, sempre inferiori agli altri campionati di Bundesliga, Ligue 1, Premier League, Liga eccetera.

I tifosi vogliono di più, le loro squadre più competitive, vogliono credere e gioire di importanti traguardi, essere finalmente in cima alla vetta di Champions e Europa League. Alle nostre squadre manca sempre qualche cosa per raggiungere quei risultati, sembriamo lì, vicino a traguardo, ma poi puntualmente scivoliamo giù per debolezza mentale, per stanchezza fisica, per povertà di idee di gioco, per ansia di prestazione, per timore reverenziale verso le grandi squadre…non saprei, ma è arrivato il momento di dire basta a tutto questo. Il calcio italiano deve svegliarsi per non essere più ai margini in Europa e nel mondo.

Francesca Tripaldelli

1 – Il mondo non si ferma ad Aurelio De Laurentiis

2 – The man of the Day: Kylian Mbappè

3 – Napoli…al femminile: due errori condannano le azzurre

4 – Copa Libertadores, la Copa del Fútbol

5 –The Best Moments of The Weekend

6 – I pronostici di Paroladeltifoso bet

7 – I calciatori mancati dal Napoli

8 – Calcio e cinema, binomio dello spettacolo

9 – ULTRAS HABITS: STONE ISLAND, IL CULTO

10 – Sulle note di Atalanta-Napoli

11 – I 5 pensieri post Napoli-Juventus

12 – Il meglio dei social di Napoli-Juventus

13 – Moment Wags – Ecco la sorella di Icardi

14- Napoli e non solo, tutti vogliono Italiano: ecco come potrebbe liberarsi dallo Spezia

15 – La costruzione dal basso, idea vera o moda?

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

24 – ParolaDelTifoso Instagram

2 Comments

  • hollywood-scandals.com
    2 mesi ago Reply

    549675 212021Aw, this was a extremely nice post. In thought I want to put in writing like this moreover ?taking time and actual effort to make a quite very good write-up?even so what can I say?I procrastinate alot and surely not appear to get one thing done. 990992

  • buy magic mushrooms​
    4 settimane ago Reply

    907696 953396Glad to be 1 of several visitants on this incredible internet site : D. 5751

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search