Ordinanza di De Luca: vietato entrare e uscire dal campo rom di Giugliano

Giovedì 2 Settembre-La pandemia torna a far paura in Campania e il Presidente della Regione Vincenzo De Luca corre subito ai ripari emanando un’ordinanza in cui vieta l’entrata e l’uscita dal campo rom di Giugliano, dove sarebbe scoppiato un focolaio di Covid-19

Finite le vacanze, il Covid e la pandemia tornano a far paura. Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha emanato immediatamente un’ordinanza, dopo che è scoppiato un potenziale focolaio nel campo rom di Giugliano. L’ordinanza prevede il divieto di entrare e uscire dal campo rom e sarà valida fino al 15 Settembre, salvo ulteriori variazioni. Nel frattempo l’ASL provvederà a effettuare a tutti i residenti il tampone naso-faringeo. Di seguito i punti dell’ordinanza:

1.1. Ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora presso il Campo Rom di Via Carrafiello è fatto obbligo di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni.
1.2. Fatto salvo quanto previsto dal successivo punto 1.3, è fatto divieto di transito in ingresso e in uscita dal Campo Rom di cui al punto 1.1.
1.3. Ai cittadini di cui al precedente punto 1.1 è consentito rientrare alla propria residenza, domicilio o dimora sita nel campo Rom e di rimanervi in regime di isolamento domiciliare nonché di sottoporsi a tutti i controlli sanitari disposti dalla ASL competente. E’ fatta salva la possibilità di transito in ingresso ed in uscita dal Campo Rom da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’attività di assistenza, limitatamente alle presenze che risultino necessarie allo svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia e sanificazione dell’area e dei locali e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Al di fuori delle ipotesi sopra menzionate, non è consentita l’uscita dall’area indicata per lo svolgimento di attività lavorativa.
1.4. Il Comune di Giugliano (NA), d’intesa con l’Unità di Crisi regionale e con il supporto della Protezione civile e del volontariato, assicura ogni forma di assistenza ai cittadini di cui al punto
1.1., anche attraverso la somministrazione di derrate alimentari e generi di prima necessità per tutta la durata di efficacia del presente provvedimento.
1.5 Nell’area interessata dal presente provvedimento e ai relativi varchi di ingresso è assicurato, da parte delle competenti Forze dell’Ordine e dalla Polizia municipale il necessario presidio, secondo quanto disposto dalla Prefettura competente. La vigilanza e il controllo dell’osservanza del presente provvedimento è demandata alle Autorità competenti.
1.6. La ASL competente assicura la somministrazione di tamponi naso-faringei nonché ogni ulteriore necessaria attività di controllo sanitario a tutta la popolazione interessata dal presente provvedimento, dando comunicazione dei relativi esiti all’Unità di Crisi regionale per le conseguenti valutazioni ed eventuali determinazioni di competenza. 2. La presente ordinanza è comunicata, ai sensi dell’art.1, comma 16, decreto-legge n.33/2020, convertito dalla legge 14 luglio 2020, n.74, al Ministro della Salute ed è notificata all’Unità di Crisi regionale, alla Prefettura di Napoli, alla Questura di Napoli, alle AA.SS.LL., al Comune di Giugliano (NA), all’ANCI Campania ed è pubblicata sul sito istituzionale della Regione
Campania, nonché sul BURC.

Danilo Antignani

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search