Napoli, Spalletti a Dazn: “Tribuna tremenda! Osimhen? La verità..”

Napoli, Spalletti a Dazn: “Tribuna tremenda! Osimhen? La verità..”

Al termine di Fiorentina 0-0 Napoli, Spalletti interviene ai microfoni di Dazn.

“La tribuna alle spalle della panchina qui è incredibile.
Offendono dall’inizio alla fine, con dei bambini vicini, una maleducazione che è una roba incredibile. Hanno dei bambini a due metri che li guardano e continuano a dire ‘Tua mamma, tua mamma, tua mamma’. Mia mamma ha novant’anni, poverina (ride, ndr). Dietro la panchina qui funziona sempre così. Ci sono sempre i maleducati professionisti che lo fanno per tutta la partita”.

Su Osimhen:

“Non riesce a gestire la palla addosso. In questo uno contro uno non sa trovare lo spazio perché la Fiorentina veniva a fare uomo contro uomo. Loro rompono con un centrale e ti vengono a prendere il centrocampista, stasera Zielinski. Bisognava liberare con la qualità qualcuno, invece siamo stati poco bravi a farlo. E da dietro poche scelte per trovare il passaggino morbido che mettesse in condizione più semplice quelli davanti. Se riesci a fare uno scambio in mezzo al campo poi ha metà campo libera e diventa più facile”.

Lei non ci pensa, ci pensa il Napoli?

“Il Napoli pensa a qualsiasi situazione che riguarda i nostri calciatori. Da quando sono arrivato sono tutti sul
mercato sempre, si è sempre detto così. Si quadra quello che succede. Se una società viene e ti offre 100 milioni per un calciatore è difficile non prendere in considerazione l’offerta”.

Con il mercato che avete fatto avrete più alternative

“Avete fatto male i conti. E’ andato
via Petagna ed è venuto Simeone, è andato via Mertens ed è venuto Raspadori, è andato via Fabian Ruiz perché per ora non si è mai visto ed
è arrivato Ndombele, è andato via Insigne ed è arrivato Kvaratskhelia. Sono gli stessi, tali e quali. C’è sicuramente più voglia e freschezza per andare ad acchiappare i vantaggi che ci servono,
ma al contempo vanno ritrovati carattere, personalità e blasone dei calciatori che sono andati via. L’esperienza, la capacità di incidere.
Sono andati via dei giocatori e ne sono arrivati altrettanti con le stesse caratteristiche. Per me è stimolante”.

Foto: Twitter Napoli

Thomas Petolicchio

Leggi anche

1 – Il fitto calendario è un problema: le parole di Giampaolo

2 – Oggi la decisione del Giudice sportivo per la squalifica di Insigne

3 – Serie A, ecco l’arbitro di Lazio-Napoli

4 – Il Milan prova a rinforzare la rosa: ecco chi potrebbe arrivare in rossonero

5 – Bergonzi: “Una brutta parola può scappare durate un’azione, però Insigne…”

6 – La statistica: come Mourinho sta cambiando Kane e Son

7 – La FIGC non si costituisce sul caso di Torino: cosa succede adesso?

8 – QUALE SARÀ IL FUTURO DEL PAPU?

9 – BOXING DAY, LE PARTITE DI OGGI

10 – VIDEO – UNO SPECIALE PER D10S: DOVE E QUANDO VEDERLO

11 – NAPOLI – TRA CAMPIONATO E COPPE, NOVE PARTITE IN UN MESE?: IL POSSIBILE CALENDARIO

12 – ALMENDRA NON VENNE CEDUTO AL NAPOLI, BURDISSO SPIEGA IL PERCHÉ

13 – LA FAMIGLIA DE LAURENTIIS NON PUNTA SUL CALCIO FEMMINILE

14- ZIDANE: “HO TERMINATO L’ISOLAMENTO, DOMANI SARÒ IN PANCHINA!”

15 – PREMIER, IL TOTTENHAM VINCE E RAGGIUNGE IL 5′ POSTO

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

24 – INSTAGRAM PAROLA DEL TIFOSO

Start typing and press Enter to search