Napoli al…femminile: un punto che sta molto stretto

Napoli al…femminile: un punto che sta molto stretto

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con Napoli al…femminile!

Ci eravamo lasciati con la sconfitta di misura, tra le mura amiche, contro il Sassuolo. Oggi, torniamo con il pareggio maturato nel week-end in casa dell’Inter che sta molto stretto alle azzurre.

Foto: Foto: Instagram Napoli Femminile
LA SETTIMANA CHE PORTA AL MATCH

E’ stata una settimana complicata per le partenopee, iniziata con l’interruzione del rapporto professionale con il direttore sportivo Gianni D’Ingeo. Le numerose difficoltà date poi dai numerosi infortuni da cui sta recuperando anche Catalina Perez che, dopo l’operazione, ha subito intrapreso il suo percorso riabilitativo, e il Coronavirus a cui è risultata positiva Martina Fusini e ciò non ha consentito di fare allenamenti con continuità.

Quest’ultima situazione ha messo in apprensione la squadra, ma non è risultata un problema perchè le ragazze di Pistolesi hanno voglia di raggiungere il loro obiettivo salvezza. Ci sono state anche due note positive: il ritorno di Evi Popadinova e Mariah Cameron.

Foto: Instagram Napoli Femminile
LA GARA IN PILLOLE

Un pareggio a reti bianche che lascia l’amaro in bocca al Napoli Femminile, nonostante il punto importantissimo conquistato. Molte occasioni non concretizzate e il fortunoso salvataggio della centrocampista dell’Inter Lisa Alborghetti sulla linea di porta al minuto 93 evitano la vittoria azzurra.

Confermato il 4-3-3 da coach Pistolesi con Tasselli tra i pali, la linea difensiva composta da CafferataHuynhArnadottir e Oliviero. A centrocampo HuchetErrico e Beil e in attacco tornano Popadinova e Nocchi a supporto di Hjohlman. Solo negli ultimi dieci minuti di gara il tecnico partenopeo ha campiato tatticamente inserendo l’esterno offensivo Kubassova al posto di Errico, passando così ad un 4-4-2 molto offensivo.

Prima parte di match senza tante emozioni. Il primo tiro in porta è delle padrone di casa al minuto 20 da parte di Gloria Marinelli, ma l’estremo difensore napoletano si fa trovare pronto. Dopo 6 minuti si fanno vive le ospiti dalle parti di Chiara Marchitelli, che in uscita bassa chiude bene su Evi Popadinova. Al minuto 43 la punta bulgara azzurra riesce a battere il portiere nerazzurro, ma in netto fuorigioco. La prima frazione termina 0-0.

All’inizio del secondo tempo il primo squillo è delle ragazze di Attilio Sorbi ancora con Marinelli, ma Tasselli evita il gol. Partita molto fisica, giocatasi sopratutto a metà campo. Al minuto 69 Federica Cafferata costretta a lasciare il rettangolo di gioco a causa di un problema alla coscia destra, al suo posto Paola Di Marino. Ennesimo infortunio per il Napoli Femminile che però non si dà per vinto e cerca più volte la via della rete. Occasione più importante negli ultimi istanti gara quando Lára Kristín Pedersen ha battuto un perfetto calcio d’angolo sulla testa di Alexandra Huynh che ha anticipato tutti, ma a portiere battuto Lisa Alborghetti ha salvato la sfera sulla linea. La sfida è terminata 0-0.

Foto: napolifemminile.it
L’ANALISI

Pareggio utile ma non completamente quello azzurro in terra milanese. Il Napoli non sbaglia l’approccio mentale alla partita, giocandosela a viso aperto e creando le occasioni per fare sua la contesa. Purtroppo però, pecca ancora della mancanza analizzata settimana scorsa: la concretezza. Le ragazze di Pistolesi non finalizzano e fanno fatica a vedere sfilare il pallone in rete alle spalle del portiere.

E la classifica ne risente: con la vittoria dell’Hellas Verona sul campo della Roma e il pareggio del San Marino a San Gimignano contro la Florentia, il punto di Milano serve a poco.
Risulta più importante sul piano mentale, per dare fiducia al gruppo in vista dell’arrivo di partite sulla carta favorevoli. Il 21 Marzo, dopo questa settimana di sosta che arriva, il Napoli sarà atteso dalla sfida casalinga proprio contro la Florentia, che andrà vinta assolutamente, forse ultima concreta chiamata per non staccarsi dal treno salvezza. A seguire ci sarà la sfida all’Empoli, ancora tra le mura amiche. Saranno occasioni fondamentali da non fallire, soprattutto perché il San Marino, avanti in classifica di 4 punti, dovrà invece vedersela contro avversarie ostiche, a partire dal Sassuolo.

Insomma, è tutto ancora aperto, ma bisognerà essere cattive per strappare via alla concorrenza il proprio bottino…

Foto: napolifemminile.it
IL POST-MATCH SUI SOCIAL

Nel post-match sui social Eleonara Goldoni ha definito il punto conquistato fondamentale ed ha evidenziato che le azzurre lotteranno per la salvezza fino al 23 maggio (ultima giornata di campionato). Mister Alessandro Pistolesi invece ha fatto trasparire tutta la sua delusione per il risultato e la convizione che ha sul raggiungimento dell’obiettivo: “Avremmo meritato di vincere, abbiamo creato più dell’Inter e disputato un’ottima partita di voglia e personalità. Siamo sempre più vicini alla svolta. Siamo consapevoli che ci salveremo. Il mese di marzo sarà decisivo”.

I tifosi hanno considerato questo punto come un grande passo verso la salvezza ed hanno mostrato che ci credono alla permanenza in Serie A con tanti messaggi di supporto.

Foto: napolifemminile.it

Al prossimo appuntamento con la rubrica dedicata alle nostre ragazze. FORZA AZZURRE!

Clicca qui se non hai potuto vedere il match

Marco Falco Alfonso Oliva

Start typing and press Enter to search