Napoli al…femminile: un pareggio amaro

Napoli al…femminile: un pareggio amaro

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con Napoli al…femminile!

Dopo sette giorni, per la penultima volta in questa stagione, ci troviamo nuovamente a parlare di una partita delle partenopee. Questa volta di quella del Sinergy Stadium di Verona contro l’Hellas di domenica 16 maggio.

Foto: Instagram Napoli Femminile

LA SETTIMANA CHE PORTA AL MATCH

Una settimana inziaita con grande concentrazione e consapevolezza dalle azzure, in direzione di un match definito da mister Pistolesi ‘una finale’. Aggettivo coniato dal tecnico per definire una sfida, che in caso di vittoria, avrebbe decretato la salvezza per le Tartarughe e coronato una grande rimonta, senza dover arrivare con il fiato sospeso al 23 maggio, ultima giornata della Serie A Femminile 2020-21.

Anche Eleonora Goldoni, centrocampista classe ’96 ex Inter, ha caricato le compagne e l’ambiente, con un post su Instagram, in cui ha espresso al meglio l’importanza dell’incontro: “Testa e cuore in ogni singolo allenamento della settimana che abbiamo davanti, c’è un obiettivo grande davanti a noi e noi CI CREDIAMO”.

Uno dei perni della del team napoletano, Sarah Huchet, ha commentato così la gara durante la rubrica #caffeiNA: “Contro l’Hellas Verona sarà una partita molto importante per noi perchè se vinciamo possiamo salvarci, io ci credo.

Foto: Instagram Napoli Femminile

LA GARA IN PILLOLE

Ritorno al 4-3-3 per Alessandro Pistolesi, che deve fare a meno di Perez, Capparelli, Risina, Nencioni, e schiera Tasselli tra i pali, Oliviero, Huynh, Arnadottir (Di Marino) e Fusini in difesa. A centrocampo Goldoni (Popadinova), Huchet ed Errico. A chiudere, il tridente composto da Cafferata (Cameron), Nocchi (Kubassova) e Hjohlman (Rijsdijk).

Match molto tattico e con ritmi bassi, poche occasioni da entrambe le parti. Al 15′ minuto del primo tempo c’è la prima vera occasione della partita ed è per il Napoli, con Nocchi, che prima sbatte sul difensore che devia la palla che potrebbe carambolare in rete, ma, l’estremo difensore, Francesca Durante evita miracolosamente il gol. Dopo 10′ minuti, Arnadottir è costretta a lasciare il campo a causa di un infortunio alla caviglia destra e sarà, molto probabilmente, assente contro la Roma. Le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Seconda frazione di gioco che inizia sulla falsa riga con la prima, ma con un’intensità minore. Non risultano occasioni da rete per entrambe le compagini, nonostante il cambio tattico delle padroni di casa che passano al 3-4-3. Finisce quindi 0-0.

Da evidenziare le ammonizioni di Di Marino ed Huynh che erano diffidate e salteranno il prossimo turno. Pistolesi si dovrà inventare qualcosa poiché non avrà a disposizione alcun centrale difensivo di ruolo.

Inoltre, in concomitanza con Hellas Verona-Napoli Femminile, si è disputata anche Pink Bari-San Marino Academy ed ha visto vincere le ospiti 2-1. Le Titane si trovano così ad un punto dalle partenopee.

Foto: Instagram Napoli Femminile

L’ANALISI

Passo falso che sa di condanna per il Napoli, che non riesce a strappare tre punti fondamentali nella trasferta di Verona. Adesso per la salvezza occorre un vero e proprio miracolo. Sentenza che suscita rabbia in tutto il gruppo azzurro dopo che la vittoria sul San Marino aveva illuso e non poco tutto l’ambiente, tifosi compresi.
Contro l’Hellas prestazione priva della fame necessaria, con le azzurre che hanno avuto difficoltà a far male alla retroguardia scaligera. Uno 0-0 spento e che fa mollare alla rosa di Pistolesi le poche energie mentali rimaste dopo una stagione maledetta.
Alla fine dei campionati, i risultati e la realtà dei fatti hanno quasi sempre la meglio sui sogni; e il Napoli Femminile deve arrendersi a una verità che la condanna a non proseguire la propria esperienza in massima serie.
L’atteggiamento giusto per affrontare la categoria più importante è arrivato troppo tardi e l’inizio di stagione da incubo ha pesato fino alla fine nell’economia di un’annata intera.

Foto: Instagram Napoli Femminile

IL POST MATCH

Dopo la sfida, la numero 16 napoletana si è espressa così via social: “Amaro in bocca per non averla conclusa ieri. Perseveriamo nel lavoro e nella visualizzazione del nostro obiettivo e ci rimbocchiamo le maniche per una settimana di fuoco. Siamo a +1. Sabato ci aspetta la Roma. Sogno spostato di una settimana. Ci crediamo #22maggio”. Da qui tanti messaggi di affetto dei tifosi che chiedono alle ragazze di non mollare.

Foto: Instagram Eleonora Goldoni

Al prossimo appuntamento con la rubrica dedicata alle nostre ragazze. FORZA AZZURRE!

Se non sei riuscito a vedere la partita clicca qui!

Alfonso Oliva e Marco Falco 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search