Le differenze tra la Serie A e gli altri campionati Europei: perché l’Italia è un passo indietro

Le differenze tra la Serie A e gli altri campionati Europei: perché l’Italia è un passo indietro

La Serie A all’estero è spesso vista come un campionato inferiore alla Liga Santander, alla Ligue 1, alla Bundesliga, ma soprattutto alla Premier League. La prima grandissima differenza con il campionato inglese ricade sui diritti TV. La prima classificata della Serie A TIM 21/22, il Milan, ha guadagnato due terzi di quello che ha guadagnato il Norwich, ultima classificata in Premier. Più precisamente 77 milioni per il Milan e 116 per il Norwich.

Un altro grandissimo problema della Serie A è quello dei giovani. L’Italia, sotto questo punto di vista, deve ancora svilupparsi. Possiamo partire dalla Liga Santander, parlando di Pablo Gavira, o Gavi, centrocampista del Barcellona classe 2004. Gavi arriva dalla cantera del Barça e a soli 18 anni è titolare nel centrocampo di Luis Enrique nella Nazionale Spagnola. Spostandoci in Inghilterra, possiamo parlare di molti giovani che sono esplosi, ma in particolare di Phil Foden. Foden ha iniziato ad approcciarsi al calcio proprio nell’Academy del City, ed ora Guardiola e i Citizens non possono fare a meno di lui. In Francia lo stesso Mbappè, valorizzato in un modo clamoroso dal Monaco. In Germania, potremmo focalizzarci su Musiala. Centrocampista classe 2003, tedesco, che presto entrerà nelle gerarchie di Nagelsmann.

In Italia, invece, i giovani valorizzati sono pochissimi. Si può fare l’esempio, tra tanti, di Alessandro Zanoli. Zanoli è entrato questa stagione nelle gerarchie di Spalletti, classe 2000. Ha giocato solamente 450 minuti in tutta la stagione, sorprendendo positivamente in tutte le volte in cui gli è stata l’occasione di giocare. In un campionato estero, che sia la Ligue 1, la Bundes o la Premier, Zanoli a 22 anni sarebbe stato titolarissimo e, perchè no, perno della propria squadra. Solo la Roma è stata capace di dare più minutaggio ad un giovane. Zalewski, sempre sulla fascia sinistra, che si è rivelato fondamentale per Mourinho.

Ma cos’è che rende la Serie A sempre meno sviluppata rispetto agli altri campionati? Basta pensare al tifo e a come vengono trattati i tifosi. Ricordiamo che in occasione delle prime cinque giornate della Serie A, DAZN ha rilasciato date ed orari per poi eliminarli successivamente, mancando totalmente di rispetto ai tifosi. In Premier League, inoltre, è stato fissato un tetto per i prezzi delle trasferte; 30 sterline per qualunque tifoso che volesse seguire la propria squadra del cuore in trasferta. In Italia, invece, siamo alle solite. In Serie A vengono ancora vietate molteplici trasferte a molteplici club.
La Premier League ha il tasso più alto di presenza media allo stadio: 97,7%. Si riempiono anche i campi della Sunday League. Bisogna darsi una svegliata, far crescere questo campionato, ma soprattutto rispettare i tifosi.

Foto: Instagram Serie A

Foto: Instagram Zanoli

Thomas Petolicchio

Leggi anche

1 – Il fitto calendario è un problema: le parole di Giampaolo

2 – Oggi la decisione del Giudice sportivo per la squalifica di Insigne

3 – Serie A, ecco l’arbitro di Lazio-Napoli

4 – Il Milan prova a rinforzare la rosa: ecco chi potrebbe arrivare in rossonero

5 – Bergonzi: “Una brutta parola può scappare durate un’azione, però Insigne…”

6 – La statistica: come Mourinho sta cambiando Kane e Son

7 – La FIGC non si costituisce sul caso di Torino: cosa succede adesso?

8 – QUALE SARÀ IL FUTURO DEL PAPU?

9 – BOXING DAY, LE PARTITE DI OGGI

10 – VIDEO – UNO SPECIALE PER D10S: DOVE E QUANDO VEDERLO

11 – NAPOLI – TRA CAMPIONATO E COPPE, NOVE PARTITE IN UN MESE?: IL POSSIBILE CALENDARIO

12 – ALMENDRA NON VENNE CEDUTO AL NAPOLI, BURDISSO SPIEGA IL PERCHÉ

13 – LA FAMIGLIA DE LAURENTIIS NON PUNTA SUL CALCIO FEMMINILE

14- ZIDANE: “HO TERMINATO L’ISOLAMENTO, DOMANI SARÒ IN PANCHINA!”

15 – PREMIER, IL TOTTENHAM VINCE E RAGGIUNGE IL 5′ POSTO

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

24 – INSTAGRAM PAROLA DEL TIFOSO

Start typing and press Enter to search