I 5 pensieri post Napoli-Rangers

I 5 pensieri post Napoli-Rangers

Foto: Twitter Napoli

Il Napoli continua la sua striscia di risultati positivi, collezionando la 12esima vittoria consecutiva nella gara terminata 3-0 contro i Rangers in Champions League. Ecco cinque pensieri che possono racchiudere al meglio il match:

1. Simeone è una furia

Foto: Twitter Napoli

Dal ritorno di Victor Osimhen, Giovanni Simeone non aveva più messo piede sul rettangono di gioco. Ieri, però, Spalletti ha voluto dargli una chance dal primo minuto. L’attaccante argentino non ha deluso le aspettative e ha vinto il premio di migliore della gara, mettendo a segno una doppietta e lottando su ogni centimetro di campo. Il Cholito, nelle poche gare disputate tra campionato e Champions League, ha già messo a segno 6 reti ed è entrato nel cuore di ogni tifoso. Una vera furia.

2. Abbiamo vinto nonostante i cambi di formazione

Foto: Instagram Østigård

Mister Spalletti ha fatto ben 6 cambi di formazione, rispetto alle scelte che di solito mette in campo. In passato, una mutazione del genere avrebbe potuto destare preoccupazione. Adesso, invece, si riesce a raggiungere la vittoria anche senza impiegare per neanche un minuto dei top come Kvaratskhelia, Osimhen ed Anguissa: un vero e proprio segnale di maturità della rosa.

3. Spalletti ha dato spazio ai giovani

Foto: Instagram Zanoli

Un’altra nota positiva della partita è, sicuramente, lo spazio che mister Spalletti ha concesso ai giovani. Infatti, una volta messo al sicuro il risultato, il tecnico di Certaldo ha buttato nella mischia Gianluca Gaetano, Alessandro Zanoli ed Alessio Zerbin. I tre prodotti della Primavera hanno disputato un ottima partita, mettendo in campo tutta la grinta possibile.

4. Kim è un vero punto di forza

Foto: Twitter Kim Min-Jae

Continuano, con costanza, le prestazioni positive di Kim Min-Jae. Il difensore coreano è una vera e propria forza della natura ed è un punto fondamentale della difesa del Napoli. Anche ieri ha giocato alla grande, non concedendo neanche un millimetro all’attacco scozzese. È anche grazie a lui se, nelle ultime due partite, Meret ha subito soltanto un tiro in porta (tra l’altro velleitario).

5. Che partita di Politano

Foto: Instagram Politano

Nonostante il suo nome non compaia sul tabellino dei marcatori, bisogna dedicare un pensiero anche a Matteo Politano. Nonostante i malumori di quest’estate, il numero 21 sta vivendo con sana competizione l’alternanza con Hirving Lozano. Ieri è stato uno dei migliori in campo ed ha stupito per le diverse falcate sulla fascia che hanno aiutato sia in fase offensiva che difensiva. Un vero e proprio fulmine!

Mario De Lucia

LEGGI ANCHE

È finita un’era, Mertens lascia il Napoli

Crowdfunding: il finanziamento che mette al centro i tifosi

La miniera d’oro degli americani: la Seria A

Europei Femminili, la vittoria dell’Inghilterra e il disastro dell’Italia

Kepa è il portiere giusto per il Napoli?

Stadio di proprietà: è un bene per i tifosi?

Top e Flop Napoli-Lecce: male Ndombele, solido Ostigard

Meret sarà il portiere del futuro: siamo sicuri?

La grande ingiustizia: il calcio femminile è ancora troppo lontano da quello maschile

Napoli al…femminile: la salvezza non è stata raggiunta, la retrocessione è realtà

Caro Simeone, era destino

Top e Flop Napoli-Liverpool: Anguissa sontuoso, Kvaratskhelia fenomeno

Eriksen è tornato in campo

Tanto pane per i denti delle ‘vedovelle’: Milik brilla con il Marsiglia e Osimhen non fa gol

Mondiale 2022: parola d’ordine sfruttamento della forza lavoro

Puma, lanciate le maglie senza logo: meglio così?

Perché l’Olanda continua a fallire?

Bayern Monaco-Sambenedettese: il gemellaggio che non vi sareste mai aspettati

Instagram

Start typing and press Enter to search