Confermato l’ergastolo per Ratko Mladic, protagonista dei massacri in Bosnia

Confermato l’ergastolo per Ratko Mladic, protagonista dei massacri in Bosnia

Confermato l’ergastolo per Ratko Mladic, protagonista dei massacri in Bosnia.

Oggi, martedì 8 giungno, si è concluso nei tribunali dell’Aia il processo che  ha confermato la detenzione a vita per l’ex generale accusato di genocidio e crimini di guerra.

La guerra in Bosnia ed Erzegovina è stato un conflitto armato svoltosi tra il  1992 e  dicembre del  1995, fino alla stipula dell’accordo di Dayton, che pose ufficialmente fine alle ostilità. 

Durante la guerra sono state eseguite diverse uccisioni di massa, dei veri e propri genocidi paragonati a quelli di Hitler o degli armeni . Il massacro, secondo la corte europea è stato il più violento dopo quello della seconda guerra mondiale. Fu particolarmente atroce quello di Srebrnica con la morte  di 8 mila bosniaci mussulmani nel 1995. L’autore di quest ‘ultimo in particolare fu un generale militare dell’armata popolare Jugoslava e poi Serba, Ratko Mladic.

Chiamato “The butcher of Bosnia”, è  stato arrestato nel 2011 dopo 16 anni di latitanza . Il 22 novembre del 2017 fu accusato per crimini di guerra, crimini contro l’umanità  e genocidio. 

Oggi 8 Giungno, I giudici dell’International Residual Mechanismfor Criminal Tribunals hanno pronunciato il verdetto finale in appello per l’ex generale 78enne serbo. Così i Tribunali dell’Ajahanno hanno posto fine al caso dopo 26 anni. Un processo atteso da tempo per migliaia di famiglie che oggi possono finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Queste le parole del Presidente USA – “Questa storica sentenza mostra che coloro che commettono crimini orribili saranno considerati responsabili e rafforza la nostra comune risolutezza nel prevenire che future atrocità accadono in qualsiasi parte del mondo.”

Nicolaos Nicolau

1 – Il fitto calendario è un problema: le parole di Giampaolo

2 – Oggi la decisione del Giudice sportivo per la squalifica di Insigne

3 – Serie A, ecco l’arbitro di Lazio-Napoli

4 – Il Milan prova a rinforzare la rosa: ecco chi potrebbe arrivare in rossonero

5 – Bergonzi: “Una brutta parola può scappare durate un’azione, però Insigne…”

6 – La statistica: come Mourinho sta cambiando Kane e Son

7 – La FIGC non si costituisce sul caso di Torino: cosa succede adesso?

8 – QUALE SARÀ IL FUTURO DEL PAPU?

9 – BOXING DAY, LE PARTITE DI OGGI

10 – VIDEO – UNO SPECIALE PER D10S: DOVE E QUANDO VEDERLO

11 – NAPOLI – TRA CAMPIONATO E COPPE, NOVE PARTITE IN UN MESE?: IL POSSIBILE CALENDARIO

12 – ALMENDRA NON VENNE CEDUTO AL NAPOLI, BURDISSO SPIEGA IL PERCHÉ

13 – LA FAMIGLIA DE LAURENTIIS NON PUNTA SUL CALCIO FEMMINILE

14- ZIDANE: “HO TERMINATO L’ISOLAMENTO, DOMANI SARÒ IN PANCHINA!”

15 – PREMIER, IL TOTTENHAM VINCE E RAGGIUNGE IL 5′ POSTO

16 – Barcellona-PSG: pass network e top combinazioni, il grafico

17 – Maradona: la sua auto sarà battuta all’asta

18 – Man of the Match di Napoli-Juventus

19 – Top e flop di Napoli-Juventus: Meret salva il risultato, Rrahmani insuperabile

20 – “Sti Gran Calci…” di Gianmaria Roberti

21 – Il Caffè del Professore

22 – La nostra rubrica fantacalcio: tutti i consigli partita per partita

23 – Neymar ha deciso di divorziare dalla Nike, scopriamo i motivi della scelta del brasiliano

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search