Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Testata giornalistica online iscritta al tribunale di Napoli

ULTRAS APPEAL: STELLA ROSSA VS PARTIZAN, FUOCHI D’ ARTIFICIO SUGLI SPALTI

I derby sono sicuramente le partite più attese e più sentite dalle tifoserie. Nella città, infatti, circa una settimana prima dell’inizio del match, si respira un’atmosfera nella quale si combina un mix di ansia e tensione, il che fa comprendere la passione smisurata dei tifosi verso la propria squadra del cuore, quasi come fosse una questione di vita o di morte. Ci sono derby e derby, ognuno di questi di diverso spessore, ma quello per eccellenza, soprannominato da critici sportivi di calibro mondiale come “the eternal derby“, è quello tra Stella Rossa di Belgrado e Partizan. Ambedue le squadre militano nella SuperLiga serba e si contendono il titolo a suon di vittorie; quello andato in scena il primo Marzo 2020, è l’incontro numero 162 tra le due rivali storiche ma, come ben noto, lo spettacolo non è tanto in campo, bensì sugli spalti. Questo derby è stato etichettato come il più sanguinoso della storia, con tanto di foto allegate, tra i feriti non solo gli ultras, ma anche le forze dell’ordine. L’atmosfera che caratterizza quest’incontro è più unica che rara, dato che la città si divide praticamente in due parti, più precisamente due fazioni; la prima (Stella Rossa), quella dei “Delije”, rappresenta gli eroi eternamente in lotta contro i becchini (soprannome dato ai tifosi del Partizan), mentre la seconda (Partizan) si caratterizza per il suo animo crudele e spietato. Tanto per dare un assaggio del contesto nel quale si svolge la partita, uno dei capi ultras della Stella Rossa, soprannominato “la tigre Arkan”, fu uno dei soldati che parteciparono alla guerra d’indipendenza jugoslava, rendendosi colpevole di numerosi omicidi. Il derby si è aperto con una novità che va oltre le “solite coreografie”, in quanto gli ultras della fazione dei “Delije” sono riusciti a posizionare delle batterie di fuochi d’artificio proprio alla base degli spalti, dando così vita non solo ad uno spettacolo senza precedenti, ma soprattutto incrementando il livello di intensità che caratterizza già di per se il match; match che si è poi concluso sullo 0-0, ma tanto come ci insegna la storia, in queste partite lo show non è offerto tanto dai giocatori, quanto dai tifosi.

 

Renato Oliviero

              Redattore di Parola del Tifoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*