Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Testata giornalistica online iscritta al tribunale di Napoli

Storie di Campioni – Marekiaro Hamsik il ”napoletano” dalla lunga cresta

hamsikMarek Hamsik è nato il  27 luglio 1987 ,per la squadra partenopea è il quarto calciatore con più presenze in tutte le competizioni nella storia del club, dopo Giuseppe Bruscolotti (511), Antonio Juliano (505) e Moreno Ferrario (396), il primatista di presenze nelle competizioni europee ed il settimo marcatore di sempre in tutte le competizioni (primo tra i centrocampisti).

Nel 2009 è stato nominato migliore calciatore giovane dall’Associazione Italiana Calciatori, mentre nel 2011 è stato inserito, sempre dall’AIC, nella squadra dell’anno. Nel 2009, 2010, 2013 e 2014 è stato premiato come calciatore slovacco dell’anno. E’ stato inoltre inserito nel 2015 nella Squadra della stagione della UEFA Europa League.

Oltre a queste statistiche Marek è un campione di umiltà di lavoro e spirito di sacrificio, un esempio per qualunque giovane.

Criticato da tutti, ha sempre risposto sul campo alle critiche con dei gol pazzeschi e con prestazioni di altissimo livello.

Dopo l’addio di P.Cannavaro,Hamsik ha preso  le redini dello spogliatoio del Napoli, diventando così il Capitano, l’immagine del Napoli nel mondo.

Ragazzo silenzioso ma esplosivo, timido ma con quella cattiveria agonistica del miglior ”ringhio” Gattuso.

Le parole di Pavel Nedved, pallone d’oro del 2003, fanno venire i brividi,” Hamšík è il mio erede. È il calciatore che per caratteristiche e per modo di giocare più si avvicina a me”, parole di un campione che ha sempre stimato e sponsorizzato lo slovacco.

Il 28 giugno 2007 fu il giorno in cui Marekiaro approdò  all’ombra del Vesuvio,Marek-Chiaro , proprio come quel posto paradisiaco sulla collina di Posillipo .In quel lontano 2007 Marek è diventato  figlio di questa città.

Per Napoli Hamsik   è un qualcosa di indescrivibile quasi un Dio, accettato e mai discusso il capitano è diventato un napoletano a tutti gli effetti.

Accostato più volte ai club più importanti d’Europa, il ragazzo con la super cresta ha dichiarato di sentirsi a casa, Napoli non vedrà mai il suo addio.

Più della provenienza conta il senso d’appartenenza.

Giovanni Pisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*