Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Testata giornalistica online iscritta al tribunale di Napoli

I 5 Magic Moment del Weekend -Di Antonino Treviglio

1)Si gioca Udinese-Empoli e i punti in palio sono pesantissimi.

Il peso della gara lo conosce bene, Rodrigo de Paul.

Empoli 2 volte in vantaggio, ma se l’argentino è in giornata, sono pochi i difensori in grado di stopparlo.

Il primo gol è da campione vero.

Controllo di suola e tiro a giro.

Bacino al palo, e gol.

Timbro e dedica a Valon Behrami, al compagno che si è rotto il perone.

Sempre nel primo tempo non sbaglia dagli 11 metri.

All’andata sbagliò un rigore, e al ritorno tra le mura amiche, si è fatto “perdonare“.

Rodrigo de Paul festeggia così le 100 presenze in serie A con la maglia dell’Udinese che batte l’Empoli per 3-2, con una sua doppietta e tiene aperto il discorso salvezza, da vivere tutto d’un fiato.

2)Il fascino di certe partite le puoi vivere solo se ci sei dentro.

Domenica si è disputata Watford-Wolves, gara valevole come semifinale di FA Cup.

Il Wolverhampton conduce per 2-0, fino al minuto 79’ con le reti di Doherty e Jimenez.

Il Watford però non depone le armi e un po’ di luce, si intravede già dall’ingresso di Gerard Deulofeu.

Il rigore di Deeney al 94’ e il 3-2 di Deulofeu al 104’ sono stati una mazzata per il popolo Wolves.

L’ex Milan è entrato al 21’ della ripresa e ha ribaltato un match che sembrava finito, o quasi.

In finale va il Watford di Gino Pozzo, dopo 35 anni.

Deulofeu ha vissuto una delle giornate più importanti della sua vita calcistica.

È infatti, il settimo calciatore della storia a firmare una doppietta in una semifinale di FA Cup.

In finale (il 18 maggio) ci sarà il City di Guardiola, che avrà il sapore di un derby per il catalano Deulofeu e per l’allenatore dei Citizens.

3)Per qualcuno il Messia.

Altri invece usano l’acronimo D10S.

Quando ha la palla tra i piedi però è qualcosa che si avvicina a Dio.

La sostanza non cambia, quando si parla di Lionel Messi.

Nell’anticipo di sabato tra Barcellona e Atletico Madrid i blaugrana hanno superato 2-0 la banda Simeone.

I catalani hanno ipotecato -o quasi- la Liga; i punti di vantaggio sono 11.

Con la vittoria di sabato, il talento argentino supera Iker Casillas diventando il calciatore a vincere più partite nella storia della Liga Spagnola, con 335 vittorie.

Leggenda.

4)Ogni pallone che tocca diventa un lingotto d’oro.

Magic moment per Moise Kean.

Sono 237 i minuti in campionato con la maglia della Juventus per l’attaccante ex Verona.

Nell’anticipo di sabato contro il Milan,subentra a Dybala al 20’ minuto del secondo tempo.

Nella folle storia d’amore di Kean con la porta, siamo a 5 gol nelle ultime 5 partite, un appuntamento ogni 42’ di Serie A -nazionale esclusa-.

Qualcuno fermi questo colpo di fulmine.

5) Monaco è in festa ed i 75 mila dell’Allianz Are­na regalano la stan­ding ovation ad un Bayern che ha saputo impartire una prova di forza ai diretti rivali per la conquista della Meisterschale, davanti a 205 paesi collegati.

Bastano 45’ di dominio assolu­to per riconsegnare la testa della classifica ai bavaresi che chiudono il primo tempo con un perentorio 4­-0 che annichi­lisce un Dortmund troppo brutto per essere vero.

Il migliore in campo è l’ex di turno Robert Lewandoski.

L’attaccante polacco sigla il gol numero 200 in campio­nato -che nel secondo tempo diventano 201- entrando a fare parte del ristretto gruppo dei migliori cinque cannonieri della storia della Bundesliga.

Gerd Müller è il primo con 365, davanti a Klaus Fischer (268), Jupp Heynckes (220) e Mafred Bür­gsmüller (213).

STRATOSFERICO.

Antonino Treviglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*