Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Testata giornalistica online iscritta al tribunale di Napoli

Caro ADL, buon calciomercato dalla tua Sfera Cubica

Eccoci arrivati all’ultimo editoriale della “sfera cubica” cari amici. Finale deludente per il Napoli che ha preso tre tortellini dal Bologna, nonostante i due babà realizzati e le buone premesse di Insigne e company alla vigilia dell’ultima gara di campionato.

Quello di cui voglio parlarvi oggi è che ADL ha accolto l’appello di sfera cubica dove in questo articolo lo invitavamo a non intrattenere rapporti economici con gli emiri del Qatar http://www.paroladeltifoso.it/caro-pappone-furioso-siamo-tutti-con-te-se/

Giusto in tempo che il presidente del Napoli visto che il presidente del PSG è risultato indagato in quel di Parigi per versamenti sospetti all’ex presidente della Federazione internazionale di atletica, per tentare di portare a Doha i Mondiali di categoria nel 2017, e che comunque il Qatar è notoriamente finanziatore dei terroristi di al Qaeida. Un’altra mossa fatta dopo l’articolo è stata quella di dare mandato ad una società di consulenza americana per valutare il Napoli, chiudendo di fatto la pista Araba. Tutto questo è accaduto in una settimana dove il presidente ha dichiarato anche di aver rinunciato ad introiti personali di 990 milioni di euro derivanti dalla cessione del Napoli e dalla cessione di Koulibaly.

Dopo il nostro appello, le curve si sono mosse con la A e la B che si sono contraddistinte nel modo di porsi nei confronti della società. La Curva B ha diffuso un volantino dove invita il presidente a compiere investimenti e lo esorta ad essere più generoso nei modi e nei termini quando parla dei tifosi. La delusione personale invece per il sottoscritto deriva dalla A: Protagonista di uno squallido evento che ha visto della gentaglia svuotare alcuni faretti dai bagni del Settore Ultrà appena ristrutturati per le Universiadi.

Questo fa comprendere tre cose:

a)      Che a Napoli esiste gente inutile e pericolosa per tutta la cittadinanza

b)      Che in Italia siamo soliti costruire cattedrali senza preoccuparci se dopo vanno curate con servizi di sicurezza e manutenzione

c)       Chi ha visto doveva segnalare l’accaduto e quindi questo atto vile va condannato Tout Court non solo ai responsabili, ma a tutto il settore.

Veniamo invece alla fine della stagione azzurra con Ancelotti al comando. Il Napoli non solo perde il confronto con l’ultima annata calcistica, ma, con una squadra nettamente superiore a quella del primo anno del “comandante” perde il confronto miseramente.

L’unica scusa è che l’undici azzurro era studiato per il 4-3-3 sarriano, quindi ci si aspetta davvero un cambio dal mercato dove Ancelotti dovrà modificare la rosa in virtù del gioco che esprime. Quindi possiamo tranquillamente dire che l’anno di transizione è finito e che adesso il Napoli è nelle mani di Ancelotti padre, Ancelotti figlio, Ancelotti cognato e  che dalla prossima stagione la squadra azzurra non solo non avrà più alibi, ma sarà certamente competitiva per vincere quel qualcosa di importante promesso da chi a Napoli non è “venuto a pettinare le bambole”.

Ringrazio personalmente il presidente De Laurentiis per aver sancito a fine campionato quel principio che ha animato la “sfera cubica” con questa dichiarazione:

 

E noi con questa rubrica siamo qui a denunciare quanto di marcio c’è nel calcio, ma con la promessa da parte tua, caro presidente, che il sistema che rinneghi non sia lo stesso entro il quale da anni sopravvivi.

Buon calciomercato Aurelio. E voi amici, alla prossima, ed occhi aperti sempre.

Livio Varriale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*