Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Testata giornalistica online iscritta al tribunale di Napoli

And the Oscar goes to… La notte degli Oscar azzurri – di Mattia Ronsisvalle

Negli scorsi giorni abbiamo assistito alla celebre notte degli Oscar, dove attori, registi e addetti ai lavori si contendono la gloria eterna.
Pensate che l’Academy Award, conosciuto anche come Premio Oscar o semplicemente Oscar, è il premio cinematografico più prestigioso e antico al mondo.
E se provassimo a immaginare che gli Oscar non fossero più a Hollywood, ma a Napoli? Se al posto degli attori e dei registi ci fossero giocatori ed allenatori, cosa ne verrebbe fuori?
Ecco qui i nostri Oscar targati azzurro!

 

Miglior attore protagonista – Benché nella realtà questo premio è stato vinto da uno strepitoso Malek in ‘Bohemian Rhapsody’, noi invece lo assegniamo ad  Arkadiusz Milik.
L’attaccante polacco dopo un periodo difficile sembra ormai essersi conquistato il centro dell’attacco a suon di gol (attualmente ben 14 reti segnate in Serie A), grazie ad un sistema di gioco che valorizza le sue doti tecniche e fisiche.
Se a Milano un altro bomber polacco risponde a suon di gol e “pum pum pum” noi ci godiamo all’ombra del Vesuvio il nostro cigno napoletano.

Miglior regia – Nella notte degli Oscar Alfonso Cuarón ha trionfato con il suo titolo “Roma” come miglior regia, mentre a Napoli non ci sono dubbi: il premio è del mister Carlo Ancelotti.
Un uomo che ha vinto ovunque e che sta nonostante le difficoltà, sta regalando un calcio diverso e una visione capace di sorprendere tutti: cura nei dettagli (pensate all’ultima punizione di Milik, calciata a sorpresa sotto la barriera grazie al suo consiglio), attenzione per i singoli e personalità da vendere.

Miglior film – In una stagione come quella del Napoli, è stato difficile pensare a quale sia stato il miglior “film”, o meglio la miglior partita disputata dagli azzurri, ma alla fine ce l’abbiamo fatta.
In una notte di Champion’s League, abbiamo assistito a quel film, quel capolavoro, che oggi è intitolato “Napoli – Liverpool”.
Partita vinta per 1-0, ciò che la rende meritevole dell’Oscar è stata la determinazione, la bravura e l’imprevedibilità di undici giocatori orchestrati alla grande dal maestro Carlo Ancelotti.(Liverpool-Napoli)
Da non dimenticare che l’avversario era il Liverpool, attuale prima candidata per il titolo in Premier League e vicecampione d’Europa lo scorso anno. Ci scusi Mr. Peter Farrely, ma “Green Book” lo guarderemo dopo gli highlights del match.

 

Migliori effetti speciali – Premio assegnato a ‘First Il Primo Uomo” nella notte di Hollywood, ma ladies and gentlemen l’eleganza e la tecnica di Piotr Ziellinski è qualcosa che va al di là di oltre l’immaginazione.

 

Migliore canzone – Bradley Cooper e Lady Gaga hanno fatto commuovere tutto il web e i critici con la loro canzone intitolata “Shallow”. A Napoli, invece, i tifosi hanno pianto dopo aver sentito la stonatura di Fabian Ruiz e Verdi in un pomeriggio davvero da ricordare. Complimenti, il premio best song è vostro!

(Fàbian e Verdi il duetto)

 

Miglior film straniero – Un film melodrammatico, dal sapore amaro e che fa pensare, riflettere. Parliamo di una storia d’amore finita dopo 12 anni; c’è chi dice che sia stato per vil denaro, chi sostiene che ormai la passione era finita.

Marek Hamsik e il Sol Levante”, un film straniero che non ha soddisfatto la critica a differenza del titolo ‘Roma’, di Alfonso Cuarón.

Miglior fotografia – Genoa-Napoli, 10 novembre 2018. Una notte cupa, dove la pioggia è stata la protagonista del match. Nel grigiore di Genova, 22 giocatori si sono affrontati su un campo ostico, dove i protagonisti erano gli scontri fisici e i nervi tesi.

Poi all’improvviso la luce. Dopo essere andati sotto nel risultato, gli azzurri sconfiggono le intemperie e ribaltano la partita. Non c’è fango e non c’è acqua che tenga se i giocatori posseggono qualità del genere. Lo siento(scusa) Cuarón.

(Il ricordo di quella serata cupa di Genoa)

 

Questi erano i nostri premi Oscar targati Napoli, ma domenica si gioca contro la Juventus e anche lì si potrebbe vincere un altro premio!

 

Mattia Ronsisvalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*